Corona l'immigrazionista attacca Salvini: è da mettere in galera

Nella giornata di martedì 22 gennaio, Fabrizio Corona ha presentato la sua autobiografia intitolata "Non mi avete fatto niente. In sala era presente il figlio Carlos Maria e 100 ragazzi che indossavano delle felpe rosse e nere riportanti il suo nuovo marchio. Per il noto fotoreporter è niente poco di meno che l'inizio di un nuovo movimento. E cosi dopo aver letto ai presenti il testamento: lascio tutto a mio figlio ed aver parlato del suo libro, Corona comincia a parlare di politica, attaccando il ministro dell'Interno Salvini, guardando dei suoi post, 12 al giorno, con una frase ad effetto, ma senza alcuno contenuto. Commentando le ultime dichiarazioni di Salvini sulla polizia, che ha fatto bene a sparare al posto di blocco sono da prenderlo e mandarlo in galera. I miei psichiatri, precisa Corona, dicono una cosa: che quando per due giorni non si parla di me, io faccio qualcosa per uscire sui giornali, è un'ossessione, poi faccio i casini. Anche per Salvini è così, ma lui è un politico non si possono paragonare a me".Dopo questo giudizio Corona lancia la notizia bomba in virtù della quale se fosse incensurato e si candiderebbe,prenderebbe 100 volte i voti di Matteo Salvini. Sono a favore degli immigrati per esempio: è impopolare. Poi c'è differenza anche tra di loro, ma non puoi lasciarli morire in mare.

Commenti

Post popolari in questo blog

Trieste, foibe: Salvini il 10 febbraio a Basovizza

Migranti, Bongiorno (Lega): “Basta col buonismo di sinistra,con Salvini è finita l’epoca dei radical chic"

Marine Le Pen: con Matteo Salvini un asse franco italiano per cambiare l'Europa