San Valentino Torio(Sa)bomba carta contro la sede della Lega

La sede della Lega di San Valentino Torio, comune di poco più di 10 mila abitanti della provincia di Salerno è stato oggetto di un atto intimidatorio. Ignoti hanno legato all'inferriata del porto di ferro una bomba carta che è esplosa e solo per una fortunata coincidenza non ha provocato feriti.
Dopo il brutto episodio di violenza politica, ai danni di una sede di un partito, che condanniamo senza se e senza, è arrivato una risposta politica da parte della Lega, con una nota, diffusa alla stampa, che riportiamo per intero.


La Lega non si fa intimidire: gli atti in stile camorristico non ci fanno paura né ci zittiranno. In questi momenti la massima solidarietà del coordinatore regionale On. Gianluca Cantalamessa e del coordinamento provinciale di Salerno, guidato da Mariano Falcone, va ai militanti di San Valentino Torio la cui sede, nel tardo pomeriggio di oggi, è stata oggetto di un attacco bombarolo da parte di irresponsabili.
 I colpevoli grazie al celere, minuzioso ed immediato intervento dei Carabinieri, molto presto avranno un nome ed un cognome. Dai primi rilievi sembrerebbe che l’ordigno esplosivo fosse stato legato all’inferriata del portone in ferro e che solo per una fortunata coincidenza, al momento della deflagrazione, non ci sono stati feriti.
Qualcuno intende spostare il confronto sul piano della violenza: contro chi semina odio e mette bombe la risposta è nella forza delle idee e nel consenso democratico proprie della Lega: la prima forza politica d’Italia.
In segno di solidarietà domani, lunedì, alle ore 19 militanti e dirigenti della provincia di Salerno saranno in presidio presso la sede della Lega di San Valentino Torio.

Commenti

Post popolari in questo blog

Bibbiano, il democratico Delrio: Salvini specula su bimbi per distrarre l'opinione pubblica

Sea Watch. De Luca da parlamentari Pd atto di ottusità politica: chi viola le leggi deve essere arrestato

Romano Prodi ministro dell'immigrazione? Arriva un no secco da Salvini