Sulmona,ex assessore provinciale affigge striscione pro migranti, sul web le augurano lo stupro

"Empio è colui che non accoglie lo straniero". Recitava così uno striscione di quattro metri con una frase tratta dalle Metamorfosi di Ovidio esposto in piazza XX Settembre a Sulmona durante la visita elettorale del vice premier Matteo Salvini, leader della Lega, avvenuta domenica scorsa.
Da ieri è iniziato sui social un vero e proprio tiro al bersaglio nei suoi confronti con offese sessiste molto pesanti, arrivate addirittura da altre donne nei confronti della autrice dello striscione, l'avvocato Teresa Nannarone, già assessore alla provincia dell'Aquila, che ha annunciato di voler querelare tutti. Lo stesso Salvini aveva invitato "Quelli della sinistra", a restarsene a casa a vedere la TV. "Basta con la falsità dei radical chic e dei salotti buoni che invitano ad aprire i porti, in Italia arriverà solo chi è in regola. Gli altri li ospitino nelle loro ville i signori della sinistra. Per noi vengono prima gli italiani e imprescindibile è la loro sicurezza".

Commenti

Post popolari in questo blog

Trieste, foibe: Salvini il 10 febbraio a Basovizza

Migranti, Bongiorno (Lega): “Basta col buonismo di sinistra,con Salvini è finita l’epoca dei radical chic"

Marine Le Pen: con Matteo Salvini un asse franco italiano per cambiare l'Europa