Salvini con la maglia del Giulianova. La società: ‘E’ sacra: no a strumentalizzazioni politiche"

Nel pomeriggio di sabato 3 febbraio a Giulianova, comune di oltre 23 mila abitanti della provincia di Teramo c'è stato un affollato comizio del ministro dell'Interno nonché leader della Lega Matteo Salvini in vista delle elezioni regionali previste per domenica 10 febbraio.
All'appuntamento elettorale il leader della Lega, terminate le divise delle forze dell'ordine da indossare si è presentato con la maglia giallo-rossa del Real Giulianova, squadra militante nel Campionato Nazionale Dilettanti, la vecchia serie D per intenderci.
Una maglia giallo-rossa con il numero 1 in bella mostra con la scritta Matteo Salvini capitano.
Una scelta che non è piaciuta per niente alla società Real Giulianova come dimostrata, questa breve nota, diffusa dalla società sportiva che riportiamo per intero.
“Premettendo che nulla abbiamo contro il Ministro Salvini, ribadiamo con forza che non permettiamo a nessuno di strumentalizzare i nostri colori per fini politici. Le stesse persone che hanno ritenuto motivo di orgoglio far apparire la nostra maglia su tv e social non hanno mai sostenuto in alcun modo il calcio giuliese e ora vantano senso di appartenenza”.
“I nostri colori e la nostra maglia hanno una storia gloriosa e un valore inestimabile per tutti i nostri tifosi e proprio per questo rivendichiamo il rispetto che non ci è stato dato. ‘La maglia è sacra!!!’ A Giglie di Capitano ne abbiamo solo uno e il suo nome è Federico Del Grosso”

Commenti

Post popolari in questo blog

Sea Watch. De Luca da parlamentari Pd atto di ottusità politica: chi viola le leggi deve essere arrestato

Migranti, Casarini: “Torniamo in mare battendo bandiera italiana”. Calderoli(Lega) Casarini rischia la galera, buona crociera

Regionali 2020, la sovranista Carmela Rescigno(Fdi) pronta a sfidare il governatore De Luca