Europee 2019, verso un crollo dei popolari e dei socialisti, avanzano i sovranisti

Difficile tracciare una proiezione precisa dell’Europarlamento per come uscirà dalle prossime elezioni europee, perché diverse formazioni non hanno ancora definito la loro affiliazione a una famiglia politica europea. 
Secondo uno studio di Swg e Kratesis, comunque, l’attuale maggioranza del Parlamento europeo scomparirà. Stando alla ricerca, il Partito popolar europeo (Ppe) subisce una perdita sostanziosa di seggi (- 43, passando da 217 a 174), e perde seggi anche l’Alleanza progressista dei socialisti e dei democratici (S&D), che passa dai 186 attuali a 141. Sale di 33 seggi, invece, l’Alleanza dei democratici e dei liberali e per l’Europa (Alde, nel quale dovrebbe confluire anche il partito di Macron) che arriva a 101.
Sull’altro fronte, il gruppo sovranista denominato Europa delle nazioni e della liberta’ (Enf, all’interno del quale figurano anche la Lega e Le Pen) conquista 30 seggi salendo a 67. Europa della Liberta’ e della Democrazia Diretta (Efdd, dove potrebbero collocarsi i 5 Stelle), passa da 41 a 42 seggi. Una delle ipotesi di maggioranza piu’ dibattute e’ quella che vede i liberali di Alde unirsi a Ppe e socialdemocratici, col controllo di 416 seggi.

Commenti

Post popolari in questo blog

Sea Watch. De Luca da parlamentari Pd atto di ottusità politica: chi viola le leggi deve essere arrestato

Bibbiano, il democratico Delrio: Salvini specula su bimbi per distrarre l'opinione pubblica

Migranti, Casarini: “Torniamo in mare battendo bandiera italiana”. Calderoli(Lega) Casarini rischia la galera, buona crociera