Romano Prodi, bandiere dell'Ue alle finistre contro i sovranisti

 "Le bandiere dell’Europa alle finestre? Oggi si comincia e questo e' soltanto l’inizio di un percorso per ricordare che l’Europa e' la garanzia per il domani dei nostri figli. Pero' e' chiaro che la bandiera blu con le stelle dorate deve stare sempre accanto al tricolore italiano".
Parole chiare, dirette, che non lasciano dubbi ad interpretazione alcune, pronunciate da Romano Prodi in occasione  del 21 marzo, per la ricorrenza di San Benedetto patrono d’Europa, in un’intervista a Repubblica.
 "Oggi e' solo il primo giorno di primavera, prevedo un crescendo nei prossimi due mesi". Alle Europee, dice Prodi, "i sovranisti non vinceranno. In gioco c’e' la necessita'  di costruire un’Europa abbastanza forte da permetterci di avere un futuro. I sovranisti sono diventati forti solo quando l’Europa ha smesso di decidere, dopo che la Francia, nel 2005, ha bocciato la Costituzione europea". " Il problema, precisa Prodi e' di non finire come gli staterelli italiani dopo la prima globalizzazione, quella iniziata con la scoperta dell’America.
 Con un’Europa debole i singoli stati non potranno ne' decidere ne' incidere sul futuro.

Commenti

Post popolari in questo blog

Trieste, foibe: Salvini il 10 febbraio a Basovizza

Migranti, Bongiorno (Lega): “Basta col buonismo di sinistra,con Salvini è finita l’epoca dei radical chic"

Marine Le Pen: con Matteo Salvini un asse franco italiano per cambiare l'Europa