Violenze sessuali, Bongiorno: "Castrazione chimica per chi chiede la sospensione della pena"

Se chi commette violenze sessuali vuole accedere alla sospensione della pena deve subire la castrazione chimica
Parole chiare, dirette, che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna, quelle pronunciate dall'avvocato Giulia Bongiorno, ministro della Pubblica Amministrazione che si è detta favorevole all'inibizione della libido su base volontaria.
L'esponente del governo Conte, nel corso di una intervista, rilasciata al quotidiano romano Il Messaggero, ha reo noto che è stato presentato alla Camera un emendamento per inserire la possibilità di subordinare la sospensione della pena ad un trattamento terapeutico o farmacologico inibitorio della libido.
"È su base volontaria - precisa -, non è un trattamento incostituzionale". Il ministro ricorda che "la Lega sostiene questa misura da tempo, anzi è uno dei motivi, con la legittima difesa, che mi ha fatto avvicinare alla Lega". M5s ha "inserito nuove norme sulla violenza sessuale, noi su questo argomento", ha ricordato la Bongiorno, "la norma non è nel contratto. Mi auguro che si trovi un’intesa".

Commenti

Post popolari in questo blog

Trieste, foibe: Salvini il 10 febbraio a Basovizza

Migranti, Bongiorno (Lega): “Basta col buonismo di sinistra,con Salvini è finita l’epoca dei radical chic"

Marine Le Pen: con Matteo Salvini un asse franco italiano per cambiare l'Europa