Crippa(Lega) dopo le Europee al governo Conte servirà un tagliando - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

domenica 28 aprile 2019

Crippa(Lega) dopo le Europee al governo Conte servirà un tagliando

"Un sacco di elettori si sta spostando verso di noi, non possiamo permetterci di deluderli. Per questo dopo le Europee è necessario dare risposte". Parole chiare, dirette, che non lasciano spazio ad interpretazione alcuna, quelle pronunciate dall'onorevole Andrea Crippa, segretario della Lega giovani nel corso di una intervista rilasciata al Corriere della Sera, il principale quotidiano italiano. Dopo le elezioni di domenica 26, sostiene l'esponente leghista, un tagliando del governo sarà utile al fine di dare risposte non assistenzialiste ma che consentano ai giovani di non andarsene dal bel paese: meno tasse, più lavoro, più infrastrutture.
In caso di caduta dell'esecutivo, ipotesi da non sottovalutare, l'unica possibilità è il ritorno, in tempi brevi, al voto.
Infatti, secondo Crippa, non è più tempo di governi sostenuti dai cambia casacca. Circa il centro destra o quel che resta del centro destra, se dovessimo tornare alle urne, sostiene Crippa, sarebbe difficile una alleanza con un partito( Forza Italia) in cui ci sono esponenti che abbiamo visto a bordo della Sea Watch ( l'onorevole siciliana Stefania Prestigiacomo) 

Il leader giovanile leghista inoltre afferma di non comprendere l'atteggiamento dei 5 Stelle, dichiarando: "non si capisce se l’anno scorso abbiano fatto l’accordo con noisoltanto per andare al governo, se adesso abbiano cambiato idea.
E non è soltanto il rapporto con la Lega, non si capisce dove i 5 Stelle vogliano andare: sulle autonomie regionali erano d’accordo, ora non più, sulla giustizia sembrano tentati dall'iper giustizialismo; in Europa un giorno incontrano i
banchieri e il giorno successivo i gilet gialli. Io mi auguro che il governo vada avanti, ma per fare sintesi occorre la volontà di entrambe le parti".
Tra gli attacchi,conclude Crippa, "mii urta profondamente quando ci danno dei fascisti, dei negazionisti dell’Olocausto, dei fan del Duce. Noi certamente abbiamo in pancia voti di destra,ma sono convinto che ce ne siano tanti di più di sinistra. Quelli di coloro che sui temi sociali e soprattutto del lavoro si sono
sentiti traditi dalla sinistra".

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3