Gillet Gialli ancora in piazza. Al via cortei a Parigi e Tolosa

 Primi assembramenti e cortei in Francia per il  ventiduesimo  sabato di protesta, che fa seguito a quello di 7 giorni fa in cui è  stato toccato il minimo di partecipazione, con 22.300 in totale in tutto il Paese. I manifestanti si sono radunati a Parigi - dove ancora una volta sono stati vietati gli Champs-Elysees e i dintorni del quartiere - e a Tolosa, decretata per questa settimana "capitale nazionale dei gilet gialli". Anche se le previsioni sono ancora al ribasso quanto al numero dei manifestanti, il movimento vuole mantenere la pressione sul presidente Emmanuel Macron, che ha appena concluso il suo "grande dibattito nazionale" e nei prossimi giorni dovrà   annunciare una serie di riforme. La giornata e'  anche sotto il segno della protesta per la legge "anticasseur" appena entrata in vigore, che secondo il ministro dell’Interno Christophe Castaner dovrebbe proteggere "la Francia e i francesi" e che per i gilet gialli e' soltanto uno strumento di repressione. A Tolosa un collettivo di artisti ha preparato uno spettacolo per accogliere i manifestanti mentre diverse militanti vestite da "Marianne" hanno dato vita a una danza stile "haka" per denunciare "ogni forma di dominio". A Parigi, diverse centinaia di gilet gialli sono radunati a place de la Nation, altri nel XVII arrondissement, con l’intenzione di convergere - insieme con altri gruppi - a place de la Republique.

Commenti

Post popolari in questo blog

Trieste, foibe: Salvini il 10 febbraio a Basovizza

Migranti, Bongiorno (Lega): “Basta col buonismo di sinistra,con Salvini è finita l’epoca dei radical chic"

Marine Le Pen: con Matteo Salvini un asse franco italiano per cambiare l'Europa