Il "fioretto" di Salvini: fino al 26 maggio non rispondo a nessuna polemica

"Da qui al 26 maggio parlero’ solo di cose da fare e mi riprometto di non rispondere a nessuna polemica o a nessuna vera o presunta sui quotidiani".
Queste le parole pronunciate dal ministro dell'interno nonché leader della Lega Matteo Salvini, prima di entrare al Vinitaly di Verona rispondendo ad una domanda sulla querelle con il ministro del lavoro nonché  vice premier del governo Conte Luigi Di Maio.
Riuscira' il leader leghista a rispettare questa specie di fioretto, con una campagna elettorale per le elezioni europee dove prevale la logica del tutti contro tutti, che .o vede protagonista come candidato in tutte le cinque circoscrizioni elettorali?
Lo scopriremo solo vivendo, come cantava Lucio Battisti in una sua bella canzone


Commenti

Post popolari in questo blog

Trieste, foibe: Salvini il 10 febbraio a Basovizza

Migranti, Bongiorno (Lega): “Basta col buonismo di sinistra,con Salvini è finita l’epoca dei radical chic"

Marine Le Pen: con Matteo Salvini un asse franco italiano per cambiare l'Europa