Le preoccupazioni del governatore Rossi: con Salvini leader la Lega non è più antifascista

"Mi sembra che le abbia dette grosse un’altra volta, Salvini: ha detto che non farà   le
sfilate, ha detto che il fascismo ha realizzato anche cose buone, e che per il 25 aprile fara'  altre cose".
Parole chiare dirette che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna quelle pronunciate da quelle pronunciate da Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana, a margine della firma di un protocollo d’intesa per il porto di Piombino.
"E’ il segno di una Lega diversa da quella che abbiamo conosciuto."La vecchia Lega -, dichiara Rossi, era profondamente antifascista e rivendicava l’antifascismo. Questa
Lega nuova, questa Lega nazionale, non solo non e' antifascista ma spesso usa anche battute, occhieggia al fascismo, promuove a volte anche una classe dirigente di aperta provenienzapost-fascista, missina. Ne abbiamo tanti esempi anche qui in
Toscana". Secondo Rossi "questa e' una frattura politicaculturale contro cui bisogna combattere perché  la nostra Repubblica è  democratica ed antifascista, e le due cose stanno insieme".


Commenti

Post popolari in questo blog

Trieste, foibe: Salvini il 10 febbraio a Basovizza

Migranti, Bongiorno (Lega): “Basta col buonismo di sinistra,con Salvini è finita l’epoca dei radical chic"

Marine Le Pen: con Matteo Salvini un asse franco italiano per cambiare l'Europa