Mafia nigeriana, a Palermo 13 fermi per associazione a delinquere.Il plauso di Matteo Salvini

Associazione a delinquere di stampo mafioso. È questa la contestazione della Dda di Palermo per 13 persone considerate appartenenti al clan nigeriano “Eiye”. La Squadra Mobile di Palermo sta eseguendo dalle prime ore di giovedì 4 aprile tredici fermi, nell'ambito di un’operazione denominata “No Fly Zone”. L’indagine è partita dopo denuncia di una ragazza nigeriana vittima di tratta e di sfruttamento della prostituzione. Gli accertamenti hanno permesso di individuare in quell’uomo un appartenente al clan Eiye. Gli investigatori hanno individuato la casa dove la donna era costretta a prostituirsi. Gli investigatori hanno ricostruito l’organigramma dell’associazione a livello locale, fino a giungere all'identificazione dei suoi vertici.
A complimenti con lo forze dell'Ordine e con i magistrati, con un post pubblicato sulla sua pagina Facebook è Matteo Salvini, ministro dell'Interno del governo Conte e leader indiscusso della Lega che cosi commenta: "Altro colpo alla mafia nigeriana, con tredici fermi disposti dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo. Violenti, organizzati, senza scrupoli: i boss africani
rappresentano un pericolo crescente che va subito estirpato. Grazie a Forze dell’Ordine e inquirenti’.

Commenti

Post popolari in questo blog

Trieste, foibe: Salvini il 10 febbraio a Basovizza

Migranti, Bongiorno (Lega): “Basta col buonismo di sinistra,con Salvini è finita l’epoca dei radical chic"

Marine Le Pen: con Matteo Salvini un asse franco italiano per cambiare l'Europa