Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2019

Regionali 2020, l'annuncio di Matteo Salvini: anche in Campania ci sarà un candidato governatore della Lega

Immagine
"Ci sara’ un candidato della Lega il prossimo anno per le Regionali in Campania". 
Parole chiare, dirette, che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna, quelle pronunciate dal ministro dell'Interno nonché leader della Lega Matteo Salvini nel corso di un comizio in piazza del Municipio ad Aversa.
Non farò nomi, precisa Salvini, bisogna guardare prima al progetto politico. Sono stati fatti troppi errori sulla Sanità, eccessivi tagli alleinfrastrutture, sulle tematiche ambientali, sulla gestione deirifiuti, sulla valorizzazione dei rifiuti, sulla gestione e l’assegnazione delle case popolari.
 Non vedo l’ora di essere messo alla prova del lavoro anche in Regione Campania". "Anche con autonomia differenziata?", chiedono i cronisti. 
"Soprattutto al Sud - risponde Salvini - dove la politica ha sempre nascosto i propri errori dicendo sempre e’ colpa degli altri"

La sfida della Cgil al ministro Salvini: siamo 5 milioni, ci quereli tutti

Immagine
"Se Salvini vuole querelare 5 milioni di iscritti, quereli tutti ma non scappi dal problema e affronti la questione".  Con queste parole la Cgil il principale sindacato italiano, replica alla decisione del ministro dell'interno di querelare un segretario confederale del sindacato guidato da Maurizio Landini in merito alle dichiarazioni sullo sblocca cantieri. Il sindaco inoltre precisa:  "Salvini, invece di buttarla in rissa, di sviare l’attenzione, affronti i problemi, entri nel merito delle questioni, cambi le leggi sbagliate che, come tutti dicono e sanno, agevolano le mafie e i comportamenti criminali".

Andrea Romano: il Pd sfidi Salvini rilanciando la vocazione maggioritaria

Immagine
"Non dobbiamo rassegnarci all’idea che i limiti naturali del Pd siano quelli del 22-23% e Zingaretti va incoraggiato a perseguire la strategia dell’allargamento dei confini del Pd e dunque del rilancio della vocazione maggioritaria che ha ribadito ieri in Direzione.
Parole chiare dirette che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna quelle pronunciate da Andrea Romano deputato del Partito Democratico.
Non penso affatto che il segretario del Pd voglia ridisegnare il Pd sui confini stretti della sinistra-sinistra,precisa l'esponente dem, in fondo viene anche dalla tradizione politica dei Veltroni e dei Bettini, teorici del campo largo, e non ha mai scelto un sentiero stretto e identitario. Intanto non dimentichiamoci del risultato di domenica. Il Pd, conclude Romano, ha dimostrato la sua esistenza in vita, che non era scontata: un primo e importante passo per la ripartenza"

Delrio(Pd)Salvini è il solito bullo da bar, promette ma non mantiene

Immagine
"Salvini prima minaccia Saviano poi dice che il problema delle scorte non va affrontato in maniera politica. A me sembra più un bullo da bar che promette, fa grandi discorsi e poi quanto rientra a casa sta zitto. E’ un modo di fare politica che può impressionare quelli che stanno ai tavoli del bar, ma poi il Paese è fermo, l’economia peggiora e i posti di lavoro diminuiscono".  Parole chiare, dirette, che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna, quelle pronunciate da Graziano Delrio, capogruppo del Partito Democratico alla Camera dei Deputati nel corso di un intervento al programma radiofonico L'Italia si è destra in onda su Radio Cusano Campus. Gli italiani sono più interessati a creare posti di lavoro oppure a sentire chi se la prende con l'Europa o con gli immigrati?
La politica è fatta di cose serie e concrete oltre che di strategie di lungo periodo. Il voto per la Lega è un voto di chi cerca a tutti i costi una via d'uscita, vuole capire precisa Delrio se…

De Magistris: su malcostume e corruzione da Salvini solo propaganda

Immagine
"La Lega e la questione morale sono pervicacemente intrecciate. Non ho mai visto Salvini utilizzare azioni e comportamenti netti contro il malcostume e la corruzione, salvo la propaganda".
Parole chiare dirette che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna quelle pronunciate da Luigi De Magistris, sindaco di Napoli commentando la condanna nei confronti di Edoardo Rixi, che oggi ha rassegnato le dimissioni da viceministro ai Trasporti e alle Infrastrutture.
Secondo de Magistris "questo è il tema, dai 49 milioni che non ha ancora restituito agli avvisi di garanzia, alle inchieste, alle condanne che hanno attraversato la storia della Lega nella sua storia e Salvini ha sempre fatto parte di quel partito. Semmai c’è da chiedersi come mai non è più un tema centrale nel Paese". "Nonostante questo Salvini viene considerato un leader affidabile da una parte significativa del nostro Paese, evidentemente la sua propaganda sul tema su cui ha distolto l’interesse ha fu…

Cannabis light: per il leghista Caroppo non esistono droghe leggere

Immagine
"Non esistono droghe leggere". Lo afferma Andrea Caroppo, neo eletto parlamentare europeo della Lega nel collegio meridionale, commentando la sentenza della Cassazione sulla canapa light.
"Vendere al dettaglio liberamente derivati della cannabis, secondo il leghista Caroppo è un reato.¨
Aveva ragione il Ministro Salvini, ora dichiara l'esponente leghista:" occorre chiudere negozietti e rimuovere distributori automatici,cominciando da quelli malevolmente installati vicino alle scuole".
La sentenza, rileva, "fa chiarezza: la legge n. 242/2016 disciplina la coltivazione della canapa ma la cessione resta sempre vietata. Nonostante la circolare del Ministro Salvini, quella legge continuava a essere intesa da questi presunti
imprenditori di morte come un via libera alla cessione al dettaglio di marijuana, seppure entro i i limiti dello 0.6 comunque idonei a provocare l’effetto psicotropi e droganti. 
Ora ci tocca rimediare. conclude Caroppo, a quella percezione …

Scontri al comizio di Salvini a Napoli, rinviato al 24 ottobre il processo a 9 antagonisti

Immagine
Si è conclusa con un nulla di fatto la prima udienza del processo per gli scontri avvenuti nel mese di marzo di due anni a Napoli, mentre in una sala convegni della Mostra d'Oltremare si svolgeva una manifestazione politica di Noi Con Salvini, costola centro meridionale della allora Lega Nord con comizio finale di Matteo Salvini.
L'udienza che vede protagonisti nove imputati,militanti e simpatizzanti della sinistra antagonsta accusati di devastazione, saccheggio, resistenza a pubblico ufficiale, è stata rinviata al prossimo 24 ottobre.
Si sono costituite parte civile il comune di Napoli, la Polizia di Stato, l'Asia, azienda di igiene ambientale cittadina.
Nella lista testi degli avvocati Emilio Coppola, Natalia Fuccia,  Alfonso Tatarano e Carmine Malinconico ci sono ilsindaco di Napoli, Luigi de Magistris, il presidente dellaDecima Municipalita’ di Napoli, Diego Civitillo, e l’allorapresidente della Mostra d’Oltremare di Napoli, Donatella Chiodo. 
Il presidente della terza sez…

Il democratico Enrico Rossi: gli amichetti di Salvini sono la rovina dell'Italia

Immagine
"Gli amichetti di Salvini sono i nemici del paese: quando parliamo di questioni di bilancio sono quelli che vorrebbero buttare fuori l’Italia, e anche sul versante dei 
migranti sono quelli che non ne vogliono sapere".
Parole chiare, dirette, che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna, quelle pronunciate da Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana, intervenendo a Controradio.
"L’Italia, precisa Enrico Rossi,sta nelle mani di un gruppo che in Europa non conta, e che rischia di vedere il paese trascinato alla rovina anche sul piano della tenuta complessiva dei conti, e a pagare sarà il risparmio degli italiani. L’egoismo non porta nulla di buono né sul piano umanitario né sul piano dei conti". 
Secondo il governatore della Toscana, "i nazionalpopulisti in Europa 
sono stati sconfitti, non sono determinanti nel nuovo Parlamento la forza più grande è la Lega che resterà isolata perfino rispetto a Orban che starà nel Ppe".

Regione Campania, tocca alla Lega: dopo il boom è caccia all'anti De Luca

Immagine
Il collega Carlo Porcaro, dalle pagine del quotidiano Il Mattino, in un interessante articolo, che riportiamo per intero, immagina scenari per le prossime elezioni regionali previste per la tarda primavera del 2020. Alla luce del risultato conseguito, superiore ad ogni più rosea aspettativa, con il 19% su base regionali, alla Lega spetterebbe, in qualità di prima forza del centro destra, la scelta del candidato alla carica di governatore della regione.

Quando un partito cresce, significa che aumentano i consensi ma anche le ambizioni. È il caso della Lega in Campania. Chi lo avrebbe pronosticato soltanto pochi mesi fa? Dal 3 per cento registrato alle Politiche 2008 al 12 per cento delle Europee a Napoli città e il 19 su base regionale, un successo costruito nell'ultimo anno dai due massimi dirigenti salviniani, il coordinatore regionale Gianluca Cantalamessa e il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega al Mezzogiorno, Pina Castiello. Sono stati i primi a credere …

Gruppo sovranista con 100 deputati? La scaramantica Marine Le Pen :tutto e' possibile

Immagine
"Tutto è possibile". Così la leader del Rassemblement National Marine Le Pen risponde, nella sede di Bruxelles del Parlamento Europeo, alla domanda se il gruppo dei ’sovranisti’ abbia la possibilità di superare i cento eurodeputati. La politica transalpina non concede di più: "Non dirò una parola sull’andamento delle trattative" per formare un gruppo ’sovranista’, dice ai cronisti.
 Oggi Marine Le Pen, accompagnata dal copresidente del gruppo Enf Nicolas Bay, ha avuto una serie di incontri politici a Bruxelles, dove era presente anche il leader del Brexit Party Nigel Farage, il ’big winner’ delle ultime elezioni europee, con 29
eurodeputati. I possibili membri del nuovo gruppo, oltre alla Lega con 28 seggi e il Rassemblement National con 22, sono l’Fpoe austriaco (3 seggi), il Vlaams Belang belga (3), l’Afd tedesca (11 seggi), l’Spd ceco (2 seggi), l’Ekre estone (1), il Dansk Folkeparti danese (1 seggio) e il Perussuomalaiset finlandese (2 seggi).
Restano senza se…

Napoli: Europee 2019, i sovranisti conquistano anche il feudo arancione della Sanità

Immagine
Nel popoloso e popolare rione Sanità, a Napoli, roccaforte dei sostenitori del sindaco arancione Luigi De Magistris, governata dal presidente di municipalità l'antagonista Ivo Poggiani e dal neo assessore alla cultura Egidio Giordano, dirigente di Democrazia ed Autonomia e leader del centro sociale Insurgenica ex Opg la Lega 3.0 di Matteo Salvini, sovranista e nazionalista ha conquista il 14% dei consensi. Un dato di gran lunga superiore alla media conquista negli altri quartieri delle dieci municipalità in cui amministrativamente è divisa Napoli.

Nel quartiere Stella, dove ricade il rione Sanità, da due anni è al centro dei pensieri dell'amministrazione comunale targata Luigi De Magitris che ha organizzato, al fine di riqualificare il quartiere diversi eventi, tra cui le notti bianche e lavori di ammodernamento della zona, la Lega è addirittura al 19%, mentre La Sinistra, lista vicina a Dema, dove era candidato Sandro Fucito, le percentuali sono davvero basse, inferiori alla…

Il "talebano calabrese" Sofo eletto con la Lega in Europa. Gli auguri di buon lavoro di Terre di mezzo

Immagine
Vincenzo Sofo, calabrese di nascita, milanese di residenza, fondatore insieme al sociologo Fabrizio Fratus  de Il Talebano, laboratorio politico culturale che opera attorno al progetto politico di Matteo Salvini al fine di riaggregare l'area della destra politica al fine di arrivare, in tempi brevi,alla costruzione di un grande movimento identitario e sovranista, e' stato eletto deputato europeo, grazie al consenso di oltre 32 mila elettori del collegio meridionale.
L'Associazione culturale "Terra di mezzo" ringrazia tutti gli amici che hanno sostenuto e creduto in questa sfida che sembrava impossibile: un Calabrese a Bruxelles. Vincenzo Sofo, candidato alle Europee nel collegio Meridionale in quota Lega, classe 86, nato a Milano ma di sangue 100% calabrese, ha totalizzato 32.054 in tutta la circoscrizione Sud di cui 20.000 preferenze in Calabria. Una candidatura che abbiamo sostenuto in quanto espressione di un laboratorio culturale- Sofo è tra i fondatori del …

Salvini in Europa è auspicabile un asse tra sovranisti e popolari

Immagine
"Se i popolari volessero cambiareasse e lasciare i socialisti, sarebbe ipotizzabile un asse con conservatori e sovranisti".
Parole chiare dirette che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna quelle pronunciate dal vice premier nonché ministro dell'interno Matteo Salvini ai giornalisti che gli chiedevano quale sarà la strategia della Lega in Europa.
D'altronde precisa Salvini non siamo maggioranza ma vogliamo radunare chi condivide la nostra idea di Europa.

Treviso,bomba alla sede della Lega:arrestato anarchico spagnolo

Immagine
Si chiama Juan Antonio Sorroche  Fernandez il militante anarco-insurrezionalista di origine spagnola catturato dalla polizia perche’ ritenuto responsabile
dell’attentato esplosivo perpetrato il 12 agosto 2018 contro la sede della Lega di Treviso e rivendicato dalla sigla "Cellula Haris Hatzimihelakis/internazionale nera (1881/2018)".
Sorroche si e’ reso irreperibile gia’ dalla primavera del 2017 per  sottrarsi ad un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Torino che nell’aprile 2017 lo aveva condannato ad un 1 anno e 9 mesi di reclusione. All’uomo vengono contestati nello specifico i reati di strage e di attentato con finalita’ di terrorismo in quanto ritenuto ideatore, organizzatore ed esecutore dell’azione delittuosa. La complessa attivita’ indagine, coordinata dalla Procura di Venezia e posta in essere da un gruppo investigativo formato da operatori della Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione, ha visto il coinvolgimento delle Digos di Venezia, Brescia, …

Berlusconi e l'unità del centro destra: Giorgia Meloni e Matteo Salvini in soggezione per la mia preparazione politico culturale

Immagine
"Forse la mia preparazione culturale, l’essere stato per ben tre volte l’unico uomo al mondo a presiedere il G8, il mio successo in politica internazionale, 
mettono in soggezione Giorgia Meloni e Matteo Salvini, leader di Fratelli d'Italia e Lega  che non hanno una  preparazione che può’ confrontarsi alla mia e quindi io 
prometto che non sarò seduto al tavolo con loro a fare pesare la mia esperienza". 
Parole chiare, dirette, che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna, quelle pronunciate da Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia, eletto europarlamentare in tutte e quattro le circoscrizioni nelle quali si era candidato, rispondendo ad una domanda sul perché Matteo Salvini e Giorgia Meloni manifestino delle perplessità su un governo insieme a Forza Italia.

Pasquino(Più Europa): limitata l'avanzata della Lega

Immagine
In Campania Più Europa cresce e raddoppia la percentuale rispetto alle Politiche del 4 marzo 2018. Il capolista per la circoscrizione meridionale Raimondo Pasqunio, ex rettore dell'università degli studi di Salerno è  il più votato in Campania. Questa e', in breve sintesi, l'analisi del voto, in Campania per il movimento politico plurale guidato da Emma Bonino. "Ripartiamo da questi risultati, dichiara il professor Raimondo Pasquino, che dimostrano come la presenza di Più Europa e la mia candidatura abbiano contribuito ad arginare l'avanzata della Lega sul territorio. D'altronde Più Europa non ha conquistato il quorum ma ha conseguito un risultato importante il 3,1% che consente a questo movimento di guardare con fiducia alle prossime sfide elettorali.

L'avvertimento di Centinaio: governo Conte avanti ma senza autonomia cade

Immagine
"Il governo? Si va avanti, va bene,continuiamo a governare insieme, ne sono convinto". E' un si convinto quello pronunciato dal ministro delle politiche agricole Gian Marco Centinaio ed esponente della Lega alla trasmissione radiofonica Un giorno da Pecora in onda su Rai Radio1.
Sono convinto, precisa Centinaio, che si possa ricominciare a governare bene, ora che la campagna elettorale è finita ed i nostri colleghi del M5S hanno finito di farla in modo un po’ troppo aggressivo. Speriamo che tornino ragionevoli como lo erano prima".
 "Penso, continua l'esponente leghista, che ci siano state delle scaramucce da campagna elettorale per portare a casa qualche voto in più. Loro ci hanno provato, erano troppo aggressivi e gli italiani hanno capito che forse bisogna pensare più a governare che a sparare stupidaggini. In campagna
elettorale hanno esagerato, non si possono dire certe cose".
Alla domanda qual è¨ la cosa più esagerata che gli ha sentito dire? 
Centinai…

La Lega prepara lo sfratto a Zingaretti. Il consigliere Tripodi: “Pronta nuova sfiducia”

Immagine
La Lega si farà  promotrice di una mozione di sfiducia in Consiglio regionale del Lazio per il governatore Nicola Zingaretti. A renderlo noto è il capogruppo
del Carroccio Angelo Orlando Tripodi, alla luce dei risultati elettorali delle Europee che vedono la Lega primo partito del Lazio. 
"Ho chiesto di incontrare i capigruppo di centrodestra, precisa il consigliere Tripodi chiedendo anche a Sergio Pirozzi, Giuseppe Cangemi ed Enrico Cavallari (gli ultimi due hanno firmato un patto d’Aula che garantisce a Zingaretti una maggioranza numerica, ndr) di sederci attorno a un tavolo e preparare una
mozione di sfiducia, cercando di coinvolgere ovviamente anche il Movimento Cinque Stelle.
 A chi gli chiede perchè a suo avviso, dopo l’insuccesso della mozione di sfiducia di qualche mese fa questa dovrebbe avere esito positivo, Tripodi risponde: "perché stavolta Cavallari è passato all’Udc, che è nel centrodestra, Cangemi ha
fatto campagna elettorale per Tajani, e Pirozzi ha aderito a Frat…

Primo partito italiano: il capolavoro di Matteo Salvini

Immagine
Dalle pagine de Il Tempo, storico quotidiano romano, il collega Antonio Rapisarda, in un interessante articolo che riportiamo per intero, ci racconta l'incredibile exploit della Lega nazionalista e sovranista divenuta la prima forza politica del Belpaese. Un fenomeno, raccontato, con dovizia di particolare, dall'inizio della campagna elettorale di cinque anni fa, quando la Lega stava al 4%




«Primo partito in Italia: grazie!». A pochi istanti dalla chiusura dei seggi non poteva che essere lui a commentare per primo sui social l’exploit. È Matteo Salvini il trionfatore delle elezioni Europee 2019 in Italia. La sua Lega “nazionale” e sovranista, infatti, è stimata dai primi exit poll diffusi dai media ufficiali con una forbice che va dal 27 al 31%. Ma la prima proiezione la dà addirittura al 32%. In attesa dello spoglio dei voti reali (e di capire, tra le altre cose, se verrà superata la soglia psicologica dei trenta punti percentuali) si tratta di una proiezione che, in caso di …

I falsi miti della stampa main stream, la realtà del voto popolare: i casi di Riace e Lampedusa

Immagine
A Riace, comune di poco più di 2300 abitanti della città metropolitana di Reggio Calabria, comune passato agli onori della cronaca per il ritrovamento, nel 1972, di due statue di bronzo di epoca greca, noti come "Bronzi di Riace",il comune di Mimmo Lucano, la Lega è clamorosamente il primo partito con oltre il 30% dei consensi, seguito dal Movimento Cinque Stelle al 27,4%, medaglia di bronzo, per usare un termine caro agli appassionati delle Olimpiadi, il Partito Democratico con il 17%. La lista denominata La Sinistra, sostenuta esplicitamente dallo stesso Mimo Lucano conquistano poco più del 2% dei consensi. A Lampedusa, una delle isole Pelagie, comune di poco più di 5 mila abitanti della provincia di Agrigento, la Lega è il primo partito con oltre il 45% dei voti grazie al consenso di 624 isolani. Secondo posto per il Partito Democratico con il 21% dei consensi, terzo si classica il Movimento Cinque Stelle con il 16,83% Osservando questi dati forse occorrerebbe riflettere…

Leoluca Orlando(Pd): quando l'alternativa ai populismi è credibile, arriva il consenso

Immagine
"In un quadro politico nazionale ed europeo che non può non destare preoccupazione per l’affermazione di forze antidemocratiche e populiste, emerge come dato positivo che lì dove la politica ha fatto scelte chiare, senza compromessi e con facce credibili per i diritti, lì dove si è data concretezza ad una chiara alternativa è arrivato anche il consenso, oltre gli egoismi 
individualistici e le soffocanti appartenenze di gruppi".
Parole chiare, dirette, che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna, quelle pronunciate da Leoluca Orlando, sindaco di Palermo, dopo essersi congratulo con Pietro Bartolo, neo eletto parlamentare europeo.
Con l'affermazione in Sicilia di Pietro Bartolo, conclude Leoluca Orlando, si dà 
concretezza esbocco istituzionale anche in Europa all'idea che "Io sono persona,noi siamo comunità", a testimoniare l’importanza di tutti e diciascuno per il bene dei singoli e della collettività"

Salvini: al premier Conte chiedo un' accelerazione dell'attuazione del programma di governo

Immagine
"Dopo mesi di battaglia complicata ad armi impari contro quasi tutto e tutti l’unica parola che mi sento di dire è grazie, useremo al meglio questa fiducia non per regolamenti di conti interni, questa è una politica vecchia, provinciale, superata non chiedo mezza poltrona o mezzo ministro in più".
Parole chiare dirette che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna quelle pronunciate da Matteo Salvini commentando i risultati, non ancora definitivi, che vedono la Lega come primo partito.
"Chiedo, precisa Salvini, un'accelerazione  sull’attuazione del programma di governo: meno tasse quindi, nessuno aumenterà l’Iva, nessuna patrimoniale. Il voto di oggi
ci deve che cambiano le regole in Europa".



Salvini: non useremo il voto per regolare i conti con il governo Conte

Immagine
"Abbiamo subito attacchi quotidiani vergognosi, pero' la vita reale e' più  forte degli attacchi virtuali. Non useremo questo voto per un regolamento di conti interni, il mio avversario era e rimane la sinistra.  Parole chiare dirette che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna quelle pronunciate da Matteo Salvini, leader indiscusso della Lega. Gli alleati di governo sono amici e da domani che si torna a lavorare serenamente spiegando che "non chiederemo mezza poltrona in piu' in Italia".

Andrea Orlando(Pd) fermata l'onda populista

Immagine
"Naturalmente stiamo parlando di Exit Poll, la cautela e' d'obbligo, ma a livello europeo e' stata fermata la spintanazionalista. In Italia il Pd ottiene un risultato importante.
Parole chiare dirette che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna quelle pronunciate da Andrea Orlando, vice segretario del Partito Democratico che precisa:
 non si va nella direzione di un bipolarismo nazionalista e populista.
 Oggi sappiamo che il Pd e’ in campo,  ed e' la forza sulla quale ricostruire una alternativa di centro destra, continua Orlando, sappiamo che dobbiamo ancora cambiare molto e rivolgerci alle sofferenze del Paese".


Europee 2019 Bardella(Rn): per Macron lezione di umilta'

Immagine
Il capolista del Rassemblement National alle Europee, Jordan Bardella, dopo i primi exit pollparla di una "lezione di umilta' per il presidente Emmanuel Macron. "Questa mobilitazione inedita in un’elezione europea da oltre 25 anni dimostra un sussulto popolare", ha dichiarato,aggiungendo che il presidente che ha "trasformato questo scrutinio in un plebiscito".  "Lui e la sua politica sono stati respinti". "Anche l’Unione europea ha cambiato. Deve ormaicambiare la sua politica sociale, economica e migratoria".

Francia, Marine Le Pen verso la vittoria

Immagine
Il Rassemblement national di Marine Le Pen si avvierebbe a diventare il primo partito in Francia. E' quanto emergerebbe da alcuni exit poll condotti mentre le urne sono ancora aperte( la chiusura è prevista per le ore 20) citati dalla stampa.
Il movimento politico guidato da Marine Le Pen godrebbe di un consenso che varia dal 23 al 25% , mentre la lista Renaissance che si richiama al presidente Macron avrebbe tra il 19% ed il 22%.







Gilet gialli contro la "dittatura europea" ancora in piazza:scontri a Parigi

Immagine
Ancora un record negativo per i partecipanti al ventottontesimo sabato di mobilitazione dei gilet gialli: sono stati 12500 in tutta la Francia secondo la polizia, il numero più basso da quando la protesta ha preso il via, oltre sei mesi fa.
Anche se gli organizzatori contestano le cifre della polizia (parlano di  oltre 35000 persone), il confronto parla sempre di un numero mai così basso, nonostante si fosse invocata una giornata di "Resurrezione" per protestare contro la "dittatura europea" alla vigilia delle elezioni.
Dopo qualche sabato, sono riapparsi a Parigi anche i tafferugli: prima nei dintorni dell'Arco di Trionfo, dove nonostante il divieto della prefettura alcuni manifestanti che si erano sfilati il gilet giallo hanno provato ad entrare. Poi, alla fine, a place de la République, dove accanto ai circa 2'000 gilet gialli che avevano sfilato per le vie di Parigi, sono comparsi giovani vestiti di nero e con i passamontagna.
Lanci di sassi e oggetti …

Tajani(Forza Italia) l'Unione Europea è debole ma i sovranisti non passeranno

Immagine
Alle urne si presenta "un’Europa indebolita, in cui i tecnici troppo spesso hanno avuto la meglio sui politici", ma i sovranisti "non passeranno. I numeri in Parlamento non permetteranno loro di influire. I sovranisti denunciano ma non hanno soluzioni, e la gente lo capisce".
Parole chiare, dirette, che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna, quelle pronunciate da Antonio Tajani, presidente uscente dell'Europarlamento e vice presidente di Forza Italia intervistato da Avvenire, Quotidiano Nazionale, Il Tempo.
"Il sovranismo porta al nazionalismo, il nazionalismo porta allo scontro: le guerre mondiali sono nate cosi, precisa Tajani. Andare indietro o teorizzate addirittura di uscire dall'Euro sarebbe un suicidio".
"L’Europa non annulla le identità  degli Stati, anzi le rafforza. Siamo europei perché italiani", secondo cui "serve un’Europa dalla parte dei cittadini che
affronti le grandi questioni: la disoccupazione, l’immigrazione,l…

Berlusconi(Forza Italia) con il voto ai sovranisti di Lega e Fratelli d'Italia scenari da incubo

Immagine
"Alle elezioni europee il voto inutile è "quello ai partiti cosiddetti sovranisti. Anche crescendo molto, al Parlamento europeo avranno una forza residuale,resteranno in un angolo. Votare Lega significherebbe mandare avanti questo che nonostante tutto chiamiamo ancora governo e non cambiare nulla in Europa. Votare Fratelli d’Italia significherebbe volere spaccare il centrodestra e far vincere la
sinistra". 
Parole chiare, dirette, che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna, quelle pronunciate da Silvio Berlusconi, in un'intervista rilasciata al quotidiano Il Giornale in cui rimarca che l'unico voto utile è quello a Forza Italia. Se il governo giallo-verde andasse avanti per altri quattro anni, come sostenuto da Matteo Salvini, la conseguenza sarebbe "il nostro disastro economico e una marea di nuove tasse", precisa Berlusconi, prefigurando un aumento dell’Iva, tasse su immobili, patrimoni e "l’imposta di successione alla francese".  Quanto …

Carfagna, la Lega senza Forza Italia combina solo disastri

Immagine
"Dove la Lega governa senza Forza Italia il volto peggior di sé, fa solo danni. Basta vedere cosa fa con il Movimento Cinque Stelle, litigano tutti i giorni senza portare a casa risultati, ma continuano a stare insieme perché i Cinque Stelle sanno che non vedranno mai più il governo del paese, mentre Salvini riesce a 
fare il fenomeno solo con una banda di incapaci. Parole chiare, dirette, che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna, quelle pronunciate da Mara Carfagna, deputata di Forza Italia nel corso di una manifestazione elettorale a sostegno del candidato sindaco di Avellino, Dino Preziosi. Forza Italia è sinonimo di serietà, ovunque amministriamo le cose vanno bene, c'è welfare che funziona, le tasse si riducono si crea lavoro. Questa è la buona politica. Dove governail Pd e la sinistra, conclude Carfagna le tasse sono alte, i servizi scadenti eil welfare è clientelare. Si mette su un sistema di potere a vantaggiodi pochi e svantaggio di tutti.

Paolo Gentiloni(Pd): il nazionalismo è la bestia che diede origine a guerre e dittature

Immagine
"Un buon risultato avrà un duplice significato: sara’ un segnale all’Unione europea contro il nazionalismo, dal Paese dove e’ piu’ forte, e sara’ un passo verso la costruzione dell’alternativa. Il voto di domenica deve servire a dire basta all'interminabile guerra delle due forze di governo e dei due vicepremier"
Parole chiare dirette che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna quelle pronunciate da Paolo Gentiloni, presidente della assemblea nazionale del Partito Democratico nel corso di un incontro con la stampa a Trieste.
Ripercorse le sanguinose tappe del Novecento in Europa, dall'attentato di Sarajevo all'Olocausto, Gentiloni ha indicato che "la bestia che e’ all'origine di tutte queste tragedie, delle dittature e delle guerre, e’ la bestia del nazionalismo. E noi non possiamo consentire, precisa l'esponente democratico che il progetto europeo dopo sessant'anni sia di nuovo minacciato e incrinato dal nazionalismo". Riferendosi a
Trie…

Alle urne: l'appello al voto del Talebano a sostegno dei candidati sovranisti doc

Immagine
Domenica 26 maggio gli italiani saranno chiamati ad eleggere i rappresentanti del parlamento Europeo. Il Talebano, laboratorio politico culturale che opera attorno al progetto di Matteo Salvini e della Lega al fine di riaggregare l'area della destra politica italiana, al fine di arrivare, in tempi brevi, alla nascita di un grande movimento identitario e sovranista, ci invia un pubblico appello al voto. Elencando, a loro dire, i candidati sovranisti da sostenere, tra cui spicca il Talebano Doc, Vincenzo Sofo.
Appello che riportiamo volentieri.


Domenica si vota e come Talebano abbiamo le idee chiare su chi votare. Ecco i nostri candidati Sovranisti per Circoscrizione:

Nord Ovest: PANZA e TOVAGLIERI – LEGA

Nord Est: BORCHIA – LEGA

Centro: RINALDI -LEGA

Sud: SOFO – LEGA

Isole: DONATO – LEGA

Vogliamo ovviamente soffermarci su una candidatura di eccellenza, ovvero quella di un Talebano DOC, il nostro VINCENZO SOFO.

Come sostiene Francesco Giubilei in “Europa Sovranista”, una delle sfi…

Salerno, striscione anti Lega: la Procura indaga due persone. La denuncia della democratica Pina

Immagine
Strscione anti-Lega a Salerno: due indagati 23 maggio 2019

Due persone, di cui non sono state ancora rese le generalità, risultano indagate dalla Procura della Repubblica di Salerno per aver affisso, su un balcone, nei pressi di Piazza Portanova uno striscione riportante la seguente frase: questa Lega è una vergogna.
Striscione comparso in occasione del comizio elettorale svolto dal ministro dell'Interno lo scorso 6 maggio.
A rilevarlo, in una nota, è Giuditta Pina, deputata del Partito Democratico che prende di mira la decisione di rimuovere gli striscioni anti Salvini comparsi in occasione delle manifestazioni elettorali di Matteo Salvini, su e giù per lo stivale, da parte delle forze dell'ordine.
L'esponente democratica parte da quanto è accaduto a Salerno, dove lo striscione esposto ricorda un successo musicale di Pino Daniele e gli autori dopo la rimozione rischiano addirittura un processo. Il reato? Turbativa di riunione di propaganda, con pena che va da un anno a t…

D' Alema: se ci si affida alla Lega Nord non ci sono speranze per il mezzogiorno

Immagine
"Se ci si affida alla Lega Nord non ci sono speranze per il Mezzogiorno". Parole forti, dirette, che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna, quelle pronunciate dall'ex premier Massimo D'Alema parlando con i giornalisti a margine di una iniziativa elettorale di Articolo 1  a Catanzaro.
"Quando ci furono i governi dell’Ulivo, ricorda D'Alema, introducemmo il credito di imposta per gli imprenditori che assumevano nel Mezzogiorno, il prestito d’onore per i giovani del Mezzogiorno che che volevano avviare un'attività imprenditoriale, facemmo i Patti territoriali, promuovemmo lo sviluppo della portualità del Mezzogiorno, e su questo ricordo Gioia Tauro a quell'epoca.
 In quegli anni, precisa D'Alema, il Mezzogiorno crebbe più della media nazionale: quindi, si può fare una politica per il Mezzogiorno, ci vuole una classe dirigente meridionalista. Certo, se ci si affida alla Lega Nord, conclude D'Alema non ci sono speranze".


Salvini: se la Lega domenica vince le elezioni porti chiusi anche in Europa

Immagine
Domenica sono sicuro che la Lega non sarà solo il primo partito politico italiano ma tra i primi in Europa. E la musica quindi cambia.
Parole chiare, dirette, che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna, quelle pronunciate dal ministro dell'interno nonché leader indiscusso della Lega Matteo Salvini nel corso di un comizio, a Novi Ligure.
Se mi date una mano domenica, stravinciamo e i porti non solo li chiudiamo in Italia ma anche in Europa.






Meno comizi più rimpatri: i consigli del democratico Gentiloni al ministro Salvini

Immagine
Meno comizi e piu’ rimpatri. Meno comizi, piu’ corridoi umanitari e piu’ gestione delle situazioni delicate che abbiamo".
Parole chiare, dirette, che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna, quelle pronunciate dall'ex premier Paolo Gentiloni, presidente del Partito Democratico durante un comizio elettorale a Bologna.
"Se ci sono individui pericolosi, precisa Gentiloni, non si possono lasciare liberi di fare atti terribili, riferendosi all'incendio doloso che ha causato la morte di due donne appiccato nella sede della polizia municipale di Mirandola, comune della provincia di Modena, per il quale è stato arrestato un giovane nord africano.
Se succede qualcosa del genere, conclude Gentiloni, il ministro dell'Interno chiede scusa invece di alimentare ulteriori polemiche.