Giancarlo Giorgetti, scarica il premier Conte: "È di parte, governo paralizzato" - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

lunedì 20 maggio 2019

Giancarlo Giorgetti, scarica il premier Conte: "È di parte, governo paralizzato"

"Conte ha cercato e cerca di interpretare un ruolo di mediazione", "non ha i pregiudizi ideologici del mondo grillino. Ma non e’ una persona di garanzia. E’ espressione dei Cinque Stelle ed e’ chiamato alla coerenza di appartenenza".
Parole chiare dirette che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna quelle pronunciate dal sottosegretario leghista Giancarlo Giorgetti, nel corso di una intervista rilasciata a La Stampa.
L'esponente leghista critica gli alleati di governo del Movimento Cinque Stelle che fanno opposizione alla Lega.
Inoltre, precisa Giorgetti, in questa campagna elettorale vengono affrontati argomenti un po' retrò come l’antifascismo, sui temi reali invece zero, delle cose da fare non si parla. In queste ultime tre settimane il governo e’ in stallo per la campagna elettorale. Doveva essere una campagna sulle cose da fare in Italia e in Europa invece siamo rimasti alle varie ed eventuali. "La campagna elettorale ha paralizzato il governo. Il consiglio dei ministri era fissato per il decreto sicurezza ora siamo in surplace come nel ciclismo.La situazione, insiste Giorgetti, non puo’ durare in eterno, si misura nel tempo e la lealtà’ viene messa a dura prova. Se l’atteggiamento come quello del M5S continua, nuoce alla capacita’ di dare  risposte". 
"La verita, conclude Giorgetti, e che oggi c’e’ un unico  politico in circolazione: Salvini. Rispetto al nulla pneumatico  degli altri non c’e’ alternativa. Puoi essere pro o contro  Salvini ma faccio fatica a capire il progetto degli altri. Oggi  la politica va dove la porta Salvini: solo lui ha scritto
qualcosa in questa fase storica, altrimenti eravamo nel nulla  cosmico

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3