Giuseppe Sala: i manifesti anti Salvini sono una forma legittima di protesta

Questa cosa che poliziotti, vigili del fuoco, soldati dell'esercito della salvezza, entrano senza permesso nelle case private per togliere manifesti contro il ministro degli Interni è una roba da Cile anni Settanta. Visto che sabato sarà a Milano, sarebbe bello avere una città piena di finestre e balconi ‘fioriti’ di messaggi. Io farò il mio e dovranno buttar giù la porta per levarmelo”.
Parole chiare, dirette, che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna, quelle scritte su Facebook da Luca Paladini, portavoce del movimento de I Sentineli che ha promesso una accoglienza particolare al ministro dell'Interno Matteo Salvini che sabato sarà a Milano per un corteo ed un comizio in piazza Duomo insieme agli altri leader sovranisti tra cui anche Marine Le Pen.
La notizia degli striscioni anti Salvini fa davvero il giro del mondo e viene commentata a Washington da Beppe Sala, sindaco di Milano, intervistato dalla stampa americana, dopo un intervento all'istituto Brookings.
I manifesti contro Salvini, secondo Giuseppe Sala sono una forma di protesta legittima, a meno che non mettano Salvini a testa in giù, in quel caso sono da condannare.











Commenti

Post popolari in questo blog

Trieste, foibe: Salvini il 10 febbraio a Basovizza

Migranti, Bongiorno (Lega): “Basta col buonismo di sinistra,con Salvini è finita l’epoca dei radical chic"

Marine Le Pen: con Matteo Salvini un asse franco italiano per cambiare l'Europa