L'avvertimento di Centinaio: governo Conte avanti ma senza autonomia cade

"Il governo? Si va avanti, va bene,continuiamo a governare insieme, ne sono convinto". E' un si convinto quello pronunciato dal ministro delle politiche agricole Gian Marco Centinaio ed esponente della Lega alla trasmissione radiofonica Un giorno da Pecora in onda su Rai Radio1.
Sono convinto, precisa Centinaio, che si possa ricominciare a governare bene, ora che la campagna elettorale è finita ed i nostri colleghi del M5S hanno finito di
farla in modo un po’ troppo aggressivo. Speriamo che tornino ragionevoli como lo erano prima".
 "Penso, continua l'esponente leghista, che ci siano state delle scaramucce da campagna elettorale per portare a casa qualche voto in più. Loro ci hanno provato, erano troppo aggressivi e gli italiani hanno capito che forse bisogna pensare più a governare che a sparare stupidaggini. In campagna
elettorale hanno esagerato, non si possono dire certe cose".
Alla domanda qual è¨ la cosa più esagerata che gli ha sentito dire? 
Centinaio cosi risponde: "quando fai un contratto di governo con una forza politica non puoi andare dai tuoi elettori e dire che questa forza politica rappresenta il malaffare o tangentopoli E sull’ Autonomia? "Bisogna assolutamente farla, precisa Centinaio, è  nel contratto di governo. Se uno non lo rispetta, arrivederci e
grazie".

Commenti

Post popolari in questo blog

Regionali 2020, la sovranista Carmela Rescigno(Fdi) pronta a sfidare il governatore De Luca

Trieste, foibe: Salvini il 10 febbraio a Basovizza

Migranti, Bongiorno (Lega): “Basta col buonismo di sinistra,con Salvini è finita l’epoca dei radical chic"