Napoli: Europee 2019, i sovranisti conquistano anche il feudo arancione della Sanità

Nel popoloso e popolare rione Sanità, a Napoli, roccaforte dei sostenitori del sindaco arancione Luigi De Magistris, governata dal presidente di municipalità l'antagonista Ivo Poggiani e dal neo assessore alla cultura Egidio Giordano, dirigente di Democrazia ed Autonomia e leader del centro sociale Insurgenica ex Opg la Lega 3.0 di Matteo Salvini, sovranista e nazionalista ha conquista il 14% dei consensi. Un dato di gran lunga superiore alla media conquista negli altri quartieri delle dieci municipalità in cui amministrativamente è divisa Napoli.

Nel quartiere Stella, dove ricade il rione Sanità, da due anni è al centro dei pensieri dell'amministrazione comunale targata Luigi De Magitris che ha organizzato, al fine di riqualificare il quartiere diversi eventi, tra cui le notti bianche e lavori di ammodernamento della zona, la Lega è addirittura al 19%, mentre La Sinistra, lista vicina a Dema, dove era candidato Sandro Fucito, le percentuali sono davvero basse, inferiori alla soglia di sbarramento prevista al 4%.
Anche a Napoli, come in gran parte del bel paese la Lega è riuscita a conquistare consensi a due cifre dove era impensabile. Non è accaduto quanto successo a Riace, dove la Lega è il primo partito con il 30% dei consensi o come a Lampedusa dove la Lega ha il 45% dei consensi ma possiamo dire, senza paura di ricevere smentite di sorta, che i sovranisti hanno fatto boom pure nelle roccaforti arancioni, segno evidente di come l'antisalvinismo proposto in salsa arancione sia molto debole.



Commenti

Post popolari in questo blog

Regionali 2020, la sovranista Carmela Rescigno(Fdi) pronta a sfidare il governatore De Luca

Trieste, foibe: Salvini il 10 febbraio a Basovizza

Migranti, Bongiorno (Lega): “Basta col buonismo di sinistra,con Salvini è finita l’epoca dei radical chic"