Salvini torna a Napoli, scontri in piazza al corteo degli antagonisti: ferito un poliziotto

Foto di Pasquale Gargano
Poco più di 200 persone per lo più militanti della sinistra antagonista dei centri sociali partenopei si sono radunate in presidio in Largo Berlinguer per protestare contro la visita di Matteo Salvini a Napoli. Il corteo si sta muovendo su via Toledo verso la Prefettura, dove si svolge
l’incontro con Salvini, sulle note del classico Bella Ciao. Sono davvero molti gli striscioni contro il segretario della Lega, tra cui i classici: Questa Lega è una vergogna e Salvini via da Napoli. In piazza ci sono attivisti dei centri sociali, tra cui Insurgencia ed Ex Opg occupato, lavoratori iscritti ai Cobas e militanti e dirigenti di Potere al Popolo tra cui anche Viola Carofalo, candidato a premier alle scorse elezioni con Pap, il cartello elettorale della sinistra antagonista composto da Rifondazione Comunista, centri sociali, sindacalisti e movimenti di base che ha dichiarato: "le proteste partono da ci fa attivismo, ma come sta avvenendo anche in altre città gli italiani si sono stancati delle bugie di Matteo Salvini, vogliono sviluppo e progresso non odio. Anche chi lo guardava con fiducia ora la sta perdendo, hanno scoperto la fregatura, il vento sta cambiando.
All'ingresso di Piazza del Plebiscito, a Napoli, ci sono stati scontri tra forze dell'ordine e manifestanti.
La polizia ha effettuato una carica per allontanare i manifestanti che hanno lanciato alcune transenne e dei fumogeni contro i poliziotti. Un funzionario della Polizia di Stato è stato ferito alla testa ed è stato trasportato in ospedale

Commenti

Post popolari in questo blog

Sea Watch. De Luca da parlamentari Pd atto di ottusità politica: chi viola le leggi deve essere arrestato

Bibbiano, il democratico Delrio: Salvini specula su bimbi per distrarre l'opinione pubblica

Migranti, Casarini: “Torniamo in mare battendo bandiera italiana”. Calderoli(Lega) Casarini rischia la galera, buona crociera