Con Gambino sindaco di Pagani, in consiglio regionale ritornano i Fratelli d'Italia con Nunzio Carpentieri

Alberico Gambino, consigliere regionale eletto nelle file di Fratelli d'Italia ed approdato in Direzione Italia, il movimento politico centrista guidato da Raffaele Fitto è stato eletto sindaco di Pagani, comune di oltre 35 mila abitanti della provincia di Salerno, lascia il consiglio regionale sostituito da Nunzio Carpentieri.
Alberico Gambino insieme a Luciano Passariello, indagato in una inchiesta sul voto di scambio e traffico di rifiuti, era uno dei consiglieri eletti alle regionali 2015 nella lista di Fratelli d'Italia.
La regola dell'incompatibilità tra il ruolo di consigliere regionale e primo cittadino fa si che ci sia un passaggio di consegne all'interno del parlamentino della Campania.
D'altronde Alberico Gambino non ha mai fatto mistero del suo desiderio di tornare a fare il sindaco della sua amata città, Pagani mentre Nunzio Carpentieri, sindaco di Sant'Egidio del Monte Albino aveva espresso il desiderio contrario, di spogliarsi della fascia tricolore per diventare consigliere regionale.
Primo dei non eletti nella lista di Fratelli d'Italia, alle regionali del 2015, Nunzio Carpentieri aveva lealmente dato una mano al collega Gambino al fine di conquistare il governo di Pagani, al fine di diventare consigliere regionale.
Una elezioni mancata nel 2015 per poco meno di 300 voti. Con Carpentieri consigliere regionale Fratelli d'Italia recupera la propria rappresentanza in considerazione del fatto che l'anno scorso il consigliere regionale Gambino, dopo la mancata candidatura alle politiche nelle file di Fdi aveva aderito al movimento politico di Raffaele Fitto ed era stato candidato alle politiche, non eletto, nelle file di Noi con l'Italia, la quarta gamba centrista e post democristiana del centro destra.
Carpentieri potrà dare il proprio contributo fino alla fine della legislatura e tentare la ricandidatura, questa volta da capolista, nelle file di Fratelli d'Italia, se e solo se, si dimetterà da sindaco di Sant'Egidio del Monte Albino.
Dimissioni dalla carica di sindaco date per certe dai dirigenti di Fratelli d'Italia poiché laddove Carpentieri avesse deciso di rimanere a fare il sindaco, ad entrare in consiglio regionale sarebbe stato Salvatore Arena, che ha deciso, diversi mesi fa, di lasciare il movimento politico guidato da Giorgia Meloni.

Commenti

Post popolari in questo blog

Sea Watch. De Luca da parlamentari Pd atto di ottusità politica: chi viola le leggi deve essere arrestato

Bibbiano, il democratico Delrio: Salvini specula su bimbi per distrarre l'opinione pubblica

Carabiniere ucciso, la democratica Pinotti: da Lega e Fratelli d'Italia parole di odio xenofobo