Di Battista l'europeista: mi fido ciecamente di Conte, difficile lavorare con la Lega

Le parole del leghista Alberto Bagnai, che aveva paragonato gli atteggiamenti dell'Europa ai 'metodi mafiosi' "sono estremamente forti e non so se sono utili per portare avanti la trattativa con l'Europa", ma "trovo sconvolgente la possibilità che venga aperta una procedura di infrazione per un debito creato da altri governi".
Parole chiare dirette che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna quelle pronunciate dall'ex deputato del Movimento Cinque Stelle Alessandro Di Battista ai microfoni di 'Mezz'ora in più', il programma di approfondimento politico condotto da Lucia Annunziata in onda ogni domenica pomeriggio su RaiTre.
"La mia idea, dichiara Di Battista  è che in questo momento, come fa un'impresa, per uscire dalla crisi bisogna investire di più".
 "Non sono mai stato un antieuropeista, precisa l'ex deputato dei Cinque Stelle, ho sempre considerato l'Europa unita un'opportunità, anche per contrastare giganti che stanno crescendo, come India e Cina, ma l'Europa deve unirsi politicamente e non solo finanziariamente", "Mi fido, conclude Di Battista, ciecamente del lavoro del presidente del Consiglio, che sta portando avanti con estremo rigore e dignità. È una sciocchezza che possa essere destabilizzato da me, ma dico che non è facile in questo momento lavorare con la Lega o con una parte Lega, che a mio avviso sta sondando la possibilità di aprire una crisi"

Commenti

Post popolari in questo blog

Sea Watch. De Luca da parlamentari Pd atto di ottusità politica: chi viola le leggi deve essere arrestato

Bibbiano, il democratico Delrio: Salvini specula su bimbi per distrarre l'opinione pubblica

Migranti, Casarini: “Torniamo in mare battendo bandiera italiana”. Calderoli(Lega) Casarini rischia la galera, buona crociera