Europee 2019 il mezzo flop della Lega a Napoli ed in Campania. Resta in bilico il coordinatore Cantalamessa

La Lega in Campania ha conquistato ben 419623 preferenze, di cui oltre 115 mila grazie alla candidatura del leader indiscusso Matteo Salvini conquistando in termine di percentuale, il 19,21%.
Una cifra leggermente inferiore al 20% che era l'obiettivo minimo che si erano prefissati i massimi dirigenti nazionali del partito che rappresenta la cifra più bassa conquista tra le cinque regioni che compongono il collegio elettorale denominato Sud Italia.
Il punto più basso, in termine di percentuali, si è conquistato a Napoli, prima città del collegio come numero di abitanti, dove la Lega ha conquistato solo il 13,86%
A chiedere la rimozione del coordinatore regionale l'onorevole Gianluca Cantalamessa è l'europarlamentare Lucia Vuolo, nel corso di un incontro con i suoi sostenitori avvenuto nella tarda serata di giovedì a Pietrelcina, come ci racconta Oreste, nostro attento lettore sannita.

Lucia Vuolo: Cantalamessa e Riccardi inadeguati a condurre il partito 


In una sala gremita, in ogni ordine di posto, nella serata di giovedì 6 giugno a Pietrelcina, in provincia di Benevento, si è svolto l'incontro con i militanti e simpatizzanti leghisti che nel Sannio, hanno sostenuto la candidata Lucia Vuolo, eletta europarlamentare grazie al consenso di oltre 41 mila elettori.
A porgere il benvenuto a Lucia Vuolo, accolta da una ovazione di stampo calcistico, è stato Antonio Verga che ha ricordato ai presenti che squadra che vince non si cambia, facendo un chiaro riferimento ai precedenti incontri elettorali nel Sannio, ringraziando inoltre i sindaci, gli assessori, i consiglieri comunali di tanti comuni della provincia di Benevento che hanno sostenuto la candidata Lucia Vuolo che hanno reso possibile questo straordinario risultato.
Ringraziamenti speciali anche per Alberto Lombardi, segretario provinciale dell'Unione Generale del Lavoro e per la sottosegretaria Pina Castiello per lo straordinario risultato ottenuto in Campania, dove si conferma come la nuova leader della politica della Campania.
L'intervento di Verga si è concluso con un caloroso abbraccio con la parlamentare europea che simbolicamente ha inteso abbracciare tutti i presenti in sala.
La parola è passata a Lucia Vuolo, che si è detta orgogliosa di sentirsi anche sannita, sentendosi adottata dal calore con cui è stata accompagna in questa difficile campagna elettorale ringraziando Claudio Mosè Principe, il suo "Capitano" nel Sannio con il quale ha girato, conquistando consensi, in lungo ed in largo la provincia di Benevento.
Lucia Vuolo ha annunciato ai presenti che il suo primo atto da parlamentare europeo sarà quello di aprire a Benevento un ufficio  che costituirà il ponte di collegamento con Bruxelles,  uno sportello informativo delle risorse europee per il tessuto imprenditoriale delle aree interne della Campania.
Lucia Vuolo, ha spiegato ai presenti perché la sottosegretaria Pina Castiello, sua grande elettrice, sia la regina delle preferenze del Sud, affermandosi come l'unica leader regionale in Campania.
 “Sono stata eletta in Europa con oltre 41.500 voti e pur essendo risultata la prima in Campania con ben 36.814 preferenze, ha dichiarato la Vuolo, il Segretario regionale Gianluca Cantalamessa, che avrebbe dovuto sostenere tutti i candidati, non ha mai organizzato un incontro e non ha sentito l’orgoglio di indire nemmeno una conferenza stampa gli eletti al Parlamento Europeo, dimostrando tutta la sua inadeguatezza a condurre un grande Partito come la Lega.
 Allo stesso modo – ha continuato la Vuolo – pur complimentandomi con la candidata sannita per il buon risultato raggiunto, anche il segretario provinciale Luca Ricciardi ha dimostrato tutti i suoi limiti politici e dimostrandosi inopportuno quando per la mia venuta a Pietrelcina ho trovato tappezzato la cittadina di Padre Pio di manifesti di ringraziamenti della candidata non eletta.
Sono convinta che in Campania, ha concluso la Vuolo,il partito vada completamente ristrutturato e rinnovato per essere competitivi per la prossima tornata elettorale per il rinnovo del Consiglio Regionale della Campania, che merita una guida adeguata alle vere esigenze dei territori”.
Il discorso sulla ristrutturazione del partito in Campania, per essere competitivi alle elezioni regionali previste per la tarda primavera della 2020 ha emozionato non poco il pubblico presente in sala che ha tributato un lungo applauso a Lucia Vuolo.
D'altronde, i militanti e simpatizzanti leghisti sanno che alle prossime elezioni regionali della Campania, non potrà essere candidato Matteo Salvini, che solo in questa regione ha conquistato oltre 354 mila preferenze

Commenti

Post popolari in questo blog

Regionali 2020, la sovranista Carmela Rescigno(Fdi) pronta a sfidare il governatore De Luca

Trieste, foibe: Salvini il 10 febbraio a Basovizza

Migranti, Bongiorno (Lega): “Basta col buonismo di sinistra,con Salvini è finita l’epoca dei radical chic"