Lega in Calabria, i Furgiuele scatenati contro il talebano Sofo

Vincenzo Sofo, calabrese di nascita, milanese di residenza, fondatore insieme al sociologo Fabrizio Fratus de Il Talebano, laboratorio politico culturale che opera attorno al progetto politico di Matteo Salvini al fine di riaggregare l'area della destra politica al fine di arrivare, in tempi brevi,alla costruzione di un grande movimento identitario e sovranista, e' stato eletto deputato europeo, grazie al consenso di oltre 32 mila elettori del collegio meridionale.
Un consenso radicato particolarmente in Calabria dove il "Talebano Calabrese" ha conquistato ben 20238 preferenze, giungendo secondo dietro il leader indiscusso della Lega Matteo Salvini pur non essendo sostenuto dai dirigenti regionali della Lega che avevano puntato su altri candidati non eletti che insieme non hanno conquistato le preferenze di Vincenzo Sofo.
L'affermazione di Vincenzo Sofo non è piaciuta per niente a Antonio Furguiele, fratello di Domenico deputato e coordinatore regionale della Lega in Calabria
Antonio Furgiele dal suo profilo Facebook tuona : chi gioca sporco primo o poi la paga e poi mi diverto a modo mio... non ci sarà rispetto per nessuno.. presto vi presenterò il conto.
In un altro post Antonio Furguiele scrive: che a breve pubblicherà delle news piccanti su finti calabresi che da un po di tempo a questo parte si stanno prendendo gioco del fratello, screditandolo presso i vertici del partito.
Questi post dimostrano, in maniera lampante, che Domenico Furgiuele non ha digerito l'affermazione di Vincenzo Sofo alle ultime elezioni europee ed è preoccupato che questo possa influire sul conto del partito in Calabria, anche in virtù di rumors, provenienti da Milano, che danno la Lega in  Calabria commissariata in virtù  di una richiesta in tal senso giunta da 200 militanti di base e tra i papabili al ruolo c'è Vincenzo Sofo.



Commenti

Post popolari in questo blog

Regionali 2020, la sovranista Carmela Rescigno(Fdi) pronta a sfidare il governatore De Luca

Trieste, foibe: Salvini il 10 febbraio a Basovizza

Migranti, Bongiorno (Lega): “Basta col buonismo di sinistra,con Salvini è finita l’epoca dei radical chic"