Lega, presenta a Napoli la scuola di formazione politica, Al via le iscrizioni

Nella mattinata di sabato 14 giugno e' stato presentata alla stampa ed alla opinione pubblica il nuovo modulo della scuola di formazione della Lega, a Napoli.
Alla presentazione per ritirare i moduli di iscrizione alle prossime lezioni, si sono presentanti, secondo gli organizzatori, circa duecento persone.
L'Accademia federale della Lega è un progetto nazionale voluto dal leader Matteo Salvini, partito in Campania e coordinato dal senatore Manuel Vescovi.
Gianluca Cantalamessa, deputato leghista e coordinatore regionale della Lega in Campania, ha presentato l’iniziativa descrivendo l’Accademia Federale della Lega come “un'iniziativa riservata a chi intende arricchire le proprie conoscenze politiche e istituzionali, la cui offerta formativa ha come obiettivo formare una futura classe dirigente fornendo una conoscenza articolata del nostro sistema politico, amministrativo, economico, sociale e affrontando tematiche politiche nazionali e internazionali.
 L'avvio del secondo modulo con centinaia di iscritti, precisa Cantalamessa, conferma la giusta strada intrapresa dalle Lega. Napoli e la Campania hanno voglia di buona politica. L'attuale classe dirigente leghista ha il compito di fornire risposte e, soprattutto, indicazioni. I giovanissimi verranno inseriti nei dipartimenti tematici della Lega per tornare ad essere protagonisti del loro futuro e approfondendo temi quali trasporti e infrastrutture, agroalimentare e sanità". Le lezioni cominceranno ad ottobre di quest'anno a andranno avanti fino alla fine di marzo del 2020. Tra i relatori, i nomi di Lihomg Zhang, docente dell'Università di Shanghai, Paola Giordano, ordinario UNISOB, il ministro Lorenzo Fontana. E poi, giudici, avvocati, diplomatici e giornalisti. A coordinare i lavori in regione Campania l'architetto Fabiana Gardini.


Commenti

Post popolari in questo blog

Bibbiano, il democratico Delrio: Salvini specula su bimbi per distrarre l'opinione pubblica

Sea Watch. De Luca da parlamentari Pd atto di ottusità politica: chi viola le leggi deve essere arrestato

Romano Prodi ministro dell'immigrazione? Arriva un no secco da Salvini