Mara Carfagna con me Forza Italia non sarà mai succube della Lega di Salvini

 "I rapporti si sono rovesciati, è vero. Ma ciò non significa essere più deboli, o dover subire una sudditanza psicologica nei confronti della Lega. Io immagino una Forza Italia alleata ma non succube, penso che noi ancora rappresentiamo
il punto di equilibrio dell’alleanza, il contrappeso moderato ad alcuni estremismi, e non mi riferisco solo al linguaggio". 
Parole chiare, dirette, che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna, quee pronunciate da Mara Carfagna neo coordinatrice del movimento politico fondato da Silvio Berlusconi insieme al governatore della Liguria Giovanni Toti nel corso di una intervista rilasciata al quotidiano La Repubblica.
Mara Carfagna parla anche della sua ascesa ai vertici del partito dichiarando: " io non la vivo come una rivincita personale, anzi penso che sia una sfida collettiva. Certo mi emoziona e mi gratifica. Oggi Forza Italia si rimette in moto e sento su di me l'onore e l'onore di indicare la strada ad una comunità disorientata, che aspetta risorse di buon senso ed equilibrio in una stagione politica di grandi contrapposizioni. 
C'è un pezzo d'Italia, dichiara Mara Carfagna, che non vede l'ora di riconoscersi in una proposta moderata, liberale, riformista ed europeista.
Su come si possa conciliare l'alleanza tra Forza Italia e la Lega che sta spingendo forte per l'autonomia delle regioni del Sud, Mara Carfagna dichiara: l'autonomia regionale può essere sicuramente positiva perché da più responsabilità ma si deve tenere conto dell'obbligo costituzionale della perequazione tra territori più ricchi e territori con minore capacità fiscale, d'altronde si è  cittadini italiani
dovunque si vive: chiunque deve poter godere degli stessi diritti in ogni parte d’ Italia".

Commenti

Post popolari in questo blog

Sea Watch. De Luca da parlamentari Pd atto di ottusità politica: chi viola le leggi deve essere arrestato

Bibbiano, il democratico Delrio: Salvini specula su bimbi per distrarre l'opinione pubblica

Migranti, Casarini: “Torniamo in mare battendo bandiera italiana”. Calderoli(Lega) Casarini rischia la galera, buona crociera