Razzismo anti leghista: a Bruxelles nessun italiano vuole fittare casa ad una assistente parlamentare del Carroccio

«Mi dispiace, ma la casa è una casa di sinistra dove le opinioni politiche contano molto».
E' stata questa la risposta che Jessica Polo, giovane consigliere comunale della Lega a Minerbe comune di poco più di 4500 abitanti della provincia di Verona da poco assistente di Paolo Borchia, eletto al Parlamento Europeo ha ricevuto da una affittacamere italiano di Bruxelles.
L'esponente leghista dopo aver rispettato il diktat prima gli italiani, anche per trovare una casa in quel di Bruxelles, si è vista negare affitto per motivi squisitamente politici.
Mi spiace, ha commentato Jessica Paolo, mi ero rivolta ad affittacamere italiani, scrivendo nella nostra lingua, vorrà dire che mi rivolgerò a non italiani.



Commenti

Post popolari in questo blog

Regionali 2020, la sovranista Carmela Rescigno(Fdi) pronta a sfidare il governatore De Luca

Trieste, foibe: Salvini il 10 febbraio a Basovizza

Migranti, Bongiorno (Lega): “Basta col buonismo di sinistra,con Salvini è finita l’epoca dei radical chic"