Infiltrazioni camorriste a Caorle, minacce all'eurodeputata leghista Rosanna Conte

Un proiettile in una mano: è la foto che l’europarlamentare della Lega Rosanna Conte ha trovato in una busta a lei indirizzata assieme a varie minacce per le
sue denunce di possibili infiltrazioni mafiose nel tessuto economico di Caorle, comune di poco più di 11 mila abitanti della città metropolitana di Venezia.
Lo ha riferito lei stessa in apertura della seduta del consiglio comunale di Caorle, dove è consigliere di minoranza dove si è discusso sulle possibili infiltrazioni di natura criminale, per lo più camorriste, nella località turistica veneziana. 
La commissione antimafia aveva avvertito che le indagini sul caso Eraclea, considerata l'epicentro delle infiltrazioni camorriste nel Veneto orientale starebbero per estendersi anche a Caorle.


Commenti

Post popolari in questo blog

Sea Watch. De Luca da parlamentari Pd atto di ottusità politica: chi viola le leggi deve essere arrestato

Bibbiano, il democratico Delrio: Salvini specula su bimbi per distrarre l'opinione pubblica

Carabiniere ucciso, la democratica Pinotti: da Lega e Fratelli d'Italia parole di odio xenofobo