Libro di Saviano si, quello di Salvini no.Lo strano concetto di democrazia del sindaco di Formia

 "Con la Sovrintendenza è pace. Roberto Saviano verrà a presentare il suo ultimo libro sulla Tomba di Cicerone dove già altri sono venuti, anche facendosi pagare, e sono stati organizzati concerti da 25 euro a biglietto. Formia è aperta a tutti, mi piace ospitare tutti".
Parole chiare dirette che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna quelle pronunciate da Paola Villa, sindaco di Formia dopo la polemica politica sorta per la presentazione del libro dello scrittore Roberto Saviano alla Tomba di Cicerone.
Polemica politica che continua a sostenere il primo cittadino com un sottile distinguo, in virtù  del quale alla tomba di Cicerone non sarà  possibile la presentazione del nuovo libro di Salvini. Infatti rispondendo ad una domanda su una eventuale presentazione di un libro del leader della Lega il sindaco Villa cosi ha risposto:
Il libro di Salvini? No, quello no. Saviano fa politica come la fanno tutti gli scrittori, tutti, non se ne salva uno. Ma una cosa è essere uno scrittore che fa politica, altra essere un politico che scrive il proprio libro e lo va a promuovere".

Commenti

Post popolari in questo blog

Sea Watch. De Luca da parlamentari Pd atto di ottusità politica: chi viola le leggi deve essere arrestato

Bibbiano, il democratico Delrio: Salvini specula su bimbi per distrarre l'opinione pubblica

Carabiniere ucciso, la democratica Pinotti: da Lega e Fratelli d'Italia parole di odio xenofobo