Parole che incitano all'odio". Facebook grazie alla segnalazione del movimento Cara Italia cancella post dall'account Lega

Davide contro Golia. Una sfida davvero impossibile. Da un lato, nella veste di Davide, abbiamo il neonato movimento Cara Italia che vuole diventare il primo partito dei migranti del nostro paese, nella veste di Golia invece l'importante e radicata macchina della propaganda del primo partito in Italia: la Lega. In mezzo c'è il principale social network Facebook che avrebbe deciso di eliminare alcuni post pubblicati sulla pagina Lega Salvini Premier.
A segnalare alcuni post pubblicati sulla pagina della Lega è il collega Stephen Ogongo, originario del Kenya da 25 anni nel nostro paese, caporedattore di 10 testate del gruppo Stranieri in Italia e fondatore del movimento Cara Italia, una associazione pronta, in tempi brevi, a diventare partito al fine di dare voce ai delusi della mancata riforma della Bossi Fini, dello ius soli e delle politiche razziste della maggioranza.
Ogogno, a metà luglio, aveva pubblicato un video nel quale chiedeva al principale social network di chiudere le pagine della Lega e di Salvini divenute, a suo dire, luoghi di ritrovo virtuale per persone che portano avanti discorsi apertamente razzisti e di odio nei confronti degli immigrati, dei rifugiati, dei rom delle Organizzazioni non governative e dei volontari che salvano vite in mare.
Dopo aver segnalato la pagina Lega Salvini Premier alcuni post sono stati rimossi in quanto non rispetterebbero gli standard della community.
Alcuni post con relative foto e non l'intera pagina.





Commenti

Post popolari in questo blog

Sea Watch. De Luca da parlamentari Pd atto di ottusità politica: chi viola le leggi deve essere arrestato

Bibbiano, il democratico Delrio: Salvini specula su bimbi per distrarre l'opinione pubblica

Carabiniere ucciso, la democratica Pinotti: da Lega e Fratelli d'Italia parole di odio xenofobo