Rai, nel palinsesto non c'è più la fiction su Riace. Mimmo Lucano: è censura della Lega

Aggiungi didascalia
"La sospensione da parte della Rai della fiction su Riace ''non mi sorprende per niente e non è certo una novità. Da parte della Lega c'è una chiara e netta censura per sopprimere i messaggi positivi e di speranza che sarebbero stati visti da 8 milioni di spettatori, con l'intenzione di trasmettere un'idea disumana della società. Il nostro modello fa paura a chi vuole seminare odio''.
Parole chiare, dirette, che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna, quelle pronunciate da Mimmo Lucano, ex sindaco di Riace sulla decisione annunciata dall'amministratore delegato Fabirizio Salini di sospendere la fiction su Riace interpretata da Beppe Fiorello.
Una fiction che avrebbe raccontato la storia di una terra che per la prima volta apre le sue porte all'accoglienza, di una area interna della regione Calabria che aveva subito, nell'ultimo decennio,
un forte spopolamento e che, con l'arrivo di persone che scappavano dalla guerra si cercava di ripopolare.
L'idea forza, secondo Lucano, era quella di ricostruire una comunità caratterizzata dalla convivenza tra i popoli. Purtroppo la Lega, conclude l'ex sindaco di Riace continua a perseverare con il suo atteggiamento folle di chiusura, di criminalizzazione della solidarietà.










Commenti

Post popolari in questo blog

Sea Watch. De Luca da parlamentari Pd atto di ottusità politica: chi viola le leggi deve essere arrestato

Bibbiano, il democratico Delrio: Salvini specula su bimbi per distrarre l'opinione pubblica

Migranti, Casarini: “Torniamo in mare battendo bandiera italiana”. Calderoli(Lega) Casarini rischia la galera, buona crociera