Soldi russi alla Lega? Per Matteo Renzi siamo all'alto tradimento

In un Paese normale quello che è accaduto in questa settimana avrebbe immediatamente portato alle dimissioni del Governo. Lasciamo stare il presunto premier, che nessuno si fila ed occupiamo dei due vice premier. Cosi sottolinea Matteo Renzi nella sua e-news 585 di martedì 16 luglio che riportiamo per intero, solo nella parte inerente il vice premier nonché leader della Lega Matteo Salvini.
 Una testata online ha diffuso l’audio dell’incontro a Mosca in cui stretti collaboratori di Matteo Salvini chiedono ai russi soldi per la Lega. Salvini dice di non aver preso un rublo, ma questo è ovvio: se avesse preso soldi dai russi sarebbe stato un reato, corruzione internazionale o finanziamento illecito. Ma già il fatto che i suoi abbiano chiesto soldi ai russi si configura come alto tradimento. È una cosa enorme. Vi immaginate cosa sarebbe accaduto se anziché collaboratori di Matteo Salvini, a chiedere soldi fossero stati collaboratori di un altro Matteo, uno a caso? Salvini annuncia querele a chi associa la Lega ai rubli: dovrebbe querelare i suoi, allora. Si deve fare una selfie-querela  perché i soldi li hanno chiesti i suoi!

Commenti

Post popolari in questo blog

Sea Watch. De Luca da parlamentari Pd atto di ottusità politica: chi viola le leggi deve essere arrestato

Bibbiano, il democratico Delrio: Salvini specula su bimbi per distrarre l'opinione pubblica

Carabiniere ucciso, la democratica Pinotti: da Lega e Fratelli d'Italia parole di odio xenofobo