Soldi russi alla Lega? Salvini mai preso un rublo: sono pronto a querelare

"Ho già querelato in passato, lo farò anche oggi, domani e dopodomani: non ho mai preso un rublo, un euro, un dollaro, un litro di vodka di finanziamento dalla Russia"
Parole chiare, dirette, che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna, quelle pronunciate dal vice premier del governo Conte nonché leader della Lega Matteo Salvini respingendo al mittente ogni accusa, dopo l'inchiesta pubblicata da un sito on line BuzzFedd, con audio e trascrizioni di un incontro avvenuto a Mosca, tra Gianluca Savoini, ex portavoce di Salvini ed alcuni non meglio identificati cittadini di nazionalità russa. Durante l'incontro, che sarebbe avvenuto il 18 ottobre scorso in un prestigioso hotel di Mosca si parlò di politica e del progetto che aveva in mente Salvini di cambiare l'Europa stabilendo un asse con altre forze politiche di cultura sovranista. 
Secondo l'accusa mossa dal sito on line si sarebbe parlato anche di una importante somma di denaro( 65 milioni di euro) da far arrivare alla Lega in vista della campagna elettorale per le Europee di domenica 26 maggio attraverso una triangolazione con l'Eni per la vendita di 3 milioni di tonnellate di petrolio dalla Russia all'Italia.


Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Bibbiano, il democratico Delrio: Salvini specula su bimbi per distrarre l'opinione pubblica

Sea Watch. De Luca da parlamentari Pd atto di ottusità politica: chi viola le leggi deve essere arrestato

Romano Prodi ministro dell'immigrazione? Arriva un no secco da Salvini