Claudio Martelli: gli errori di Salvini costringono la Lega all'isolamento - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

domenica 25 agosto 2019

Claudio Martelli: gli errori di Salvini costringono la Lega all'isolamento


Ha cavalcato l’ondata anti immigrati, dichiara Claudio Martelli, l'ex ministro della Giustizia ed esponente di primo piano del Partito Socialista, che è il vero tema che sposta masse elettorali, a causa di una vecchia politica troppo lassista. Troppi 
immigrati in poco tempo.
Ma il problema sta in Libia, non in Italia, e  lo aveva risolto Minniti, Claudio Martelli  perché gli arrivi vanno frenati come ha fatto Minniti. Salvini invece è intervenuto con un atteggiamento testardo e duro rispetto alle poche migliaia di sbarchi dell’ultimo anno e mezzo. Con misure discutibili da un punto di vista umanitario. Ha agitato uno spauracchio inesistente, di una emergenza ormai risolta". Certo, 
"bisogna che l’Europa faccia la sua parte ed io proporrei Renzi a candidato Onu per sorvegliare i campi libici".    
"Se c’è una cosa necessaria in politica - rileva Martelli - è indicare il nemico. In questo il ministro dell’Interno è stato bravo. Poi è emersa la modestia della leadership salviniana in cui il pubblico si fa irretire dall’overdose di selfie con il Capitano.
L’iniziativa del leader della Lega è stata decisamente mal calcolata". Così Claudio
Martelli commenta all’Adnkronos la crisi di governo. "Salvini - dice - era stato sollecitato da Giorgetti e governatori del nord a rompere con i 5s così come dalla stessa Meloni e da Berlusconi, che lo invitavano a tornare ’a casa’. Non so cosa poi lo abbia convinto e determinato: forse la sensazione di aver raccolto tutto il consenso
possibile ma sta di fatto che ha condotto con arroganza ed ingenuità ed adesso ne paga le conseguenze, trovandosi del tutto isolato". 
Una ’solitudine’ che è "un risultato più personale che della Lega, direi. Solo in Europa con Marine Le Pen; isolato, messo ai margini e gradito a Putin e Trump, i grandi nemici dell’Ue. 

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3