Emma Bonino serve una radicale alternativa all'ex maggioranza populista

L’Italia avrebbe bisogno di un esecutivo di radicale alternativa politica e programmatica alla ex maggioranza populista  gialloverde sui principali temi dell’agenda di governo: rapporti con l’Ue, conti pubblici, politiche per lo sviluppo e l’ambiente, giustizia e diritti civili".
Parole chiare dirette che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna quelle pronunciate da Emma Bonino, senatrice di +Europa, all’uscita delle consultazioni con il capo dello Stato.
"Ci riserviamo come +Europa una valutazione se e quando si prospetteranno ipotesi di nuove maggioranze, ritenendo inutile e controproducente la formazione di un esecutivo ’contro’ e unicamente volto a rinviare la data del voto", ha aggiunto.
"Nel colloquio con il Presidente della Repubblica,  ha  aggiunto la leader radicale con gli altri colleghi del Gruppo Misto, abbiamoinoltre lanciato l’allarme sulle norme in vigore in materia di presentazione delle liste elettorali. Con queste regole, il rischio è  che alle prossime elezioni possano partecipare aparità   di condizioni solo 5 partiti: Movimento 5 Stelle, Lega, Partito Democratico, Forza Italia, e Fratelli d’Italia, gli
unici che non devono raccogliere le firme avendo gruppi parlamentari in entrambe le camere. Questo problema rappresentala più  grave urgenza democratica che le istituzioni di governodovranno affrontare prima del ritorno al voto".

Commenti

Post popolari in questo blog

Bibbiano, il democratico Delrio: Salvini specula su bimbi per distrarre l'opinione pubblica

Sea Watch. De Luca da parlamentari Pd atto di ottusità politica: chi viola le leggi deve essere arrestato

Romano Prodi ministro dell'immigrazione? Arriva un no secco da Salvini