Gelmini: l'opposizione europeista di Forza Italia distinta da quella sovranista di Lega e Fdi al governo giallorosso


"Ora che potrebbe vedere la luce un nuovo bipolarismo, con un governo di sinistra-sinistra che non resisterà alla tentazione di mettere le mani nelle tasche degli italiani, noi saremo, in coerenza con la nostra storia, collocati all'opposizione".
Parole chiare, dirette, che non lasciano dubbio ad interpretazione alcuna, quelle pronunciate da Mariastella Gelmini, presidente del gruppo di Forza Italia alla Camera dei Deputati, nel corso di una riunione dei deputati azzurri a Montecitorio.
Certo, precisa Gelmini, non sarà la stessa opposizione della Lega e di Fratelli d'Italia, anche perché lo spazio al centro dello schieramento politico si dilaterà e noi dovremo occuparlo.
Forza Italia, continua la Gelmini, ha tenuto una linea limpida e coerente. Siamo l'unica forza politica che ha sostenuto la validità della formula del centrodestra unito: quell'alleanza che alle ultime elezioni europee ha ottenuto il 49,6% dei
consensi. Quell'alleanza che governa la maggioranza delle regioni e delle città, a fronte di un governo che forse sta per nascere e che sarà minoranza nel Paese. Non ci siamo prestati a giochi di palazzo".
Ora dunque per Forza Italia c’è l’opposizione, ma sarà diversa e distinta da quella di Fdi e Lega: "Lo faremo riconfermando la nostra posizione politica, europeista e atlantista. Lo faremo continuando a pensare che l’Europa deve tornare a essere la casa della politica e non delle burocrazie. Lo faremo continuando a sostenere che i sovranismi nazionali non sono la risposta giusta
ai problemi. E lo faremo mettendo un argine al ritorno dell’economia di Stato, dell’assistenzialismo, del centralismo elementi che pure in questi mesi hanno contagiato anche gli amici della Lega, ribadendo le nostre scelte liberali, in
economia e nella società"

Commenti

Post popolari in questo blog

Bibbiano, il democratico Delrio: Salvini specula su bimbi per distrarre l'opinione pubblica

Sea Watch. De Luca da parlamentari Pd atto di ottusità politica: chi viola le leggi deve essere arrestato

Romano Prodi ministro dell'immigrazione? Arriva un no secco da Salvini