Murgia: Salvini testa la nostra democrazia e supera limiti invalicabili

Dieci quesiti sull’attualità nazionale e sulla condizione della Sardegna, passando dalla
politica ai social network, fino ad arrivare alla letteratura e alla situazione della sua isola. Cosi' la scrittice Michela Murgia, si racconta in una lunga intervista su la Nuova Sardegna.
Rispetto a quello che sta accadendo oggi in Italia, dice: "Siamo a un cambio di passo epocale, ma non improvviso. Queste svolte si preparano in lunghi anni in cui il cambiamento procede per lo piu' lento, ma quando arriva il momento in cui le
cose si compiono, lo fanno in caduta verticale". Poi, in un confronto con la prima Repubblica, la scrittice aggiunge: "ora però è  diverso: molte delle persone che siedono nelle istituzioni non hanno una formazione istituzionale. Sono dentro il sistema, ma non lo conoscono ne'lo riconoscono". E fa notare una "grande differenza" tra la Lega e il M5S: "Mentre i grillini sono partiti davvero come elemento estraneo e non normalizzato,Salvini interpreta il sentimento antisistema da una posizione ben piu'cinica e manipolatoria".
Per Murgia, infatti, il vicepremier leghista e ministro dell’Inteno: "sta testando i limiti della democrazia e sta scoprendo che sono barriere che cadono con molta facilità. Ogni volta rilancia e oltrepassa un altro limite che sembrava invalicabile".

Commenti

Post popolari in questo blog

Sea Watch. De Luca da parlamentari Pd atto di ottusità politica: chi viola le leggi deve essere arrestato

Bibbiano, il democratico Delrio: Salvini specula su bimbi per distrarre l'opinione pubblica

Carabiniere ucciso, la democratica Pinotti: da Lega e Fratelli d'Italia parole di odio xenofobo