Salvini a Sabaudia: "La Lega non vuole altri ministri."Nella maggioranza qualcosa si è rotto - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

giovedì 8 agosto 2019

Salvini a Sabaudia: "La Lega non vuole altri ministri."Nella maggioranza qualcosa si è rotto

"Non sono fatto per le mezze misure, o facciamo cento, o si vota. Star lì a scaldare la poltrona non fa per me. Sono tre giorni che non dormo. Quando senti la responsabilità sulle spalle non è semplice. Vi do la mia parola che quello che farò non sarà nell'interesse del mio partito ma per il Paese". Speriamo di fare tante cose. Nelle prossime ore si decideranno tante situazioni
Parole chiare, dirette, che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna, quelle pronunciate da Matteo Salvini, vice premier del governo Conte nel corso di un comizio in piazza a Sabaudia, in provincia di Latina.
Prima di partire verso la rinomata località turistica del Circeo aveva avuto un incontro a Palazzo Chigi con il premier Giuseppe Conte: secondo indiscrezioni avrebbe chiesto la testa di tre ministri

A proposito della crisi di governo, ha chiarito la sua posizione: "Non mi interessano rimpastini o rimpastoni , ha precisato il vicepremier leghista, due ministri in più o in meno, mi interessa potere fare le cose. Finché si potevano fare, sono andato avanti come un treno. Se dovessi rendermi conto che non si possono fare più, meglio fare come nel matrimonio quando non si va più d'accordo. Fare la scelta che persone adulte devono fare, divorziare. E ne ho una certa esperienza". "La scelta giusta che accontenta sempre tutti non è possibile. Io spero di accontentare tanti. Ci sarà sempre qualcuno che non è d'accordo
"Non mi uscirà mai una parola negativa su Di Maio o Conte", ha precisato Salvini, ma "qualcosa si è rotto negli ultimi mesi. L'Italia ha bisogno di sì, l'Italia con i no non va da nessuna parte". Salvini "annuncia la riforma della Giustizia con la separazione delle carriere. La riforma della Scuola. La cancellazione del codice degli appalti. Il diritto di voto ai ragazzi dai 16 anni in su.
Sulla questione dei presunti fondi russi alla Lega, Matteo Salvini conclude: gli unici soldi che soldi con cui lavoriamo sono quelli che ci date voi. Non abbiamo bisogno di chiedere altro. Certo viaggio. Sono ministro dell'Interno e lavoro e lavorerò perché la Russia torni ad essere amica dell'Occidente.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3