Umberto Bossi, la solitudine del fondatore della Lega

Che ne è di Umberto Bossi? Che ne è, in queste ore, in cui la Lega sembra, sondaggi elettorali alla mano, all'imminente trionfo del mitico fondatore? Dell'uomo che nel lontano 1984 dal nullo creò la Lega Lombarda?
Umberto Bossi resta presidente a vita della Lega, ed è senatur come quando l'avventura cominciò, ma quasi nessuno si rammenta di lui, d'altronde è vecchio, indebitato, malato e solo.
Da quando il 14 febbraio scorso ha il vecchio leone della Lega ha avuto il secondo grave malore, entra ed esce da una casa di cura, in provincia di Lecco, dove lo costringono a pranzare all'ora di pranzo e cenare all'ora di cena, ed è tenuto a stecchetto.
Della condizione di Umberto Bossi, vecchio, indebitato, malato e dimenticato proprio quando la sua Lega potrebbe vincere, da sola, le prossime elezioni politiche, ci parla il collega Michele Brambilla, con un interessante articolo pubblicato sul Quotidiano.net 
Articolo che potete leggere cliccando qui.






Commenti

Post popolari in questo blog

Sea Watch. De Luca da parlamentari Pd atto di ottusità politica: chi viola le leggi deve essere arrestato

Bibbiano, il democratico Delrio: Salvini specula su bimbi per distrarre l'opinione pubblica

Carabiniere ucciso, la democratica Pinotti: da Lega e Fratelli d'Italia parole di odio xenofobo