Halloween il sindaco leghista di Potenza ignora la svolta mariana di Salvini - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

giovedì 31 ottobre 2019

Halloween il sindaco leghista di Potenza ignora la svolta mariana di Salvini



Riceviamo e volentieri pubblichiamo una lettera di Antonio Tisci, ex consigliere regionale e segretario provinciale potentino del Popolo della Libertà, storico riferimento lucano della destra sociale di Alemanno, segretario regionale del Movimento nazionale per la sovranità, formazione politica federata con Fratelli d'Italia indirizzata a Mario Guarente, sindaco di Potenza, la cui amministrazione comunale ha organizzato un evento su Halloween.
Non male per un sindaco leghista, che ignora la svolta mariana del proprio leader Matteo Salvini.

Caro Mario Guarente, 
non me ne volere ma la mia coscienza mi impedisce di tacere. Io sono un uomo di destra, ben radicato nelle posizioni della difesa delle tradizioni che vede per la prima volta un'amministrazione di destra nella sua città capoluogo e non credo che tutto ciò possa ridursi ad una ringhiera meglio pittata, ad una strada meglio asfaltata e neanche ad una amministrazione più efficiente. Queste sono cose tutte importanti che voi state facendo al meglio e ancora meglio farete, non condivido le critiche di chi aspetta i miracoli in poco tempo né i distinguo. Pero, la mia coscienza mi impedisce di tacere, spero che tu possa smentirmi ma mi sembra di aver letto che l'amministratore a guida leghista di Potenza organizza un evento su Halloween, una festa di Halloween. Spero di aver capito male e che al termine di questo post, io debba chiederti scusa per la mia incapacità di comprensione. Io non credo che vestirsi con una zucca faccia venire i demoni. Credo, però, che le tradizioni siano tali quando sono innate nelle culture, che ogni popolo abbia la sua tradizione. I miei genitori, i miei nonni e i miei bisnonni le zucche le mangiavano, senza metterci candele dentro. Tanto mi basta per dire che questa non è tradizione del mio popolo. Prima gli italiani non può essere solo uno slogan finalizzato ad impedire ai poveri del mondo di venire in Italia ma anche finalizzato ad impedire che le culture dominanti dei ricchi si impongano nel nostro popolo. Ti ricordo che oggi è, nella nostra tradizione, è vigilia di Ogni Santi, ovvero del giorno in cui la Chiesa ricorda tutti coloro i quali sono santi anche se non canonizzati e non inseriti nei calendari liturgici. Ogni Santi e la celebrazione dei morti sono le nostre tradizioni, Halloween non lo è. Spero di aver capito male ed in tal caso ti chiedo scusa, spero che il tutto sia dovuto alla stanchezza dell'amministrazione quotidiana. Spero, qualora tutto ciò sia vero e che la mia comprensione non sia sbagliata, che tu possa dire che non accadrà più, che si è trattato di un errore, veniale ma pur sempre errore.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3