Anche i pensionati in piazza contro il governo: "Non siamo invisibili". - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

sabato 16 novembre 2019

Anche i pensionati in piazza contro il governo: "Non siamo invisibili".

Immagine correlata
ROMA - Anche i pensionati sono scesi in piazza per protestare contro il governo e la sua manovra finanziaria, ritenuta insufficiente per 16 milioni di pensionati. La manifestazione unitaria al Circo Massimo, organizzata dalle sigle sindacali Cgil, Cisl e Uil e dallo slogan "Invisibili no. Siamo sedici milioni", ha visto la partecipazione di decine di migliaia di pensionate e pensionati, segno dell'insofferenza verso una manovra che contiene una mini rivalutazione di nemmeno 50 centesimi al mese, considerata, ovviamente, insoddisfacente perchè non contribuisce a migliorare la condizione di vita degli anziani.

I segretari di Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil, che si sono succeduti sul palco, non hanno risparmiato critiche all'esecutivo: «Dopo i tanti appelli rivolti al governo per intervenire e risolvere le problematiche relative alla popolazione anziana e alle pensioni, - hanno detto - il governo non ha preso in considerazione le richieste avanzate dai sindacati dei pensionati». 

Sempre dal palco i sindacalisti hanno accusato il Governo Conte bis di scarsa sensibilità verso la categoria: «Nonostante gli incontri avvenuti nell'ultimo mese tra parti sociali e governo, quest'ultimo non è stato in grado di adottare quelle decisioni necessarie per rispondere alle richieste dei sindacati sulla rivalutazione delle pensioni, per una legge sulla non autosufficienza e per un fisco più equo per i pensionati». La segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, parlando della rivalutazione degli assegni, è stata ancora più chiara: «Tutti i governi fanno cassa sulla pensione dei nostri anziani e anziane. Quest'anno ci aspettavamo uno sblocco significativo, che non c'è stato».  

Al termine della manifestazione, i segretari generali si sono dati appuntamento per una nuova manifestazione nazionale dei lavoratori e dei pensionati sui temi che li uniscono: «bisogna fare uno sciopero generale del paese, - hanno detto - per i diritti, il lavoro e le pensioni». (a.c.)

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3