Castellammare di Stabia: la Lega non sia un ricettacolo di mercenari e pseudo politici. Lo sfogo di Tito - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

domenica 10 novembre 2019

Castellammare di Stabia: la Lega non sia un ricettacolo di mercenari e pseudo politici. Lo sfogo di Tito

Risultati immagini per Giovanni Tito + Castellammare di Stabia

La Lega è  un credo non un'opportunità per qualcuno per fare carriera politica. Questo è, in estrema sintesi, il pensiero(sfogo) di Giovanni Tito, leghista della prima ora a Castellammare di Stabia, popoloso e popolare comune della città metropolitana di Napoli un tempo battezzata la Stalingrado del Sud, dove alle ultime  comunali del 2016 la Lega ha eletto un proprio rappresentante in consiglio comunale.
Un pensiero che viene fortificato anche dagli ultimi sondaggi elettorale che attestano la Lega oltre il 33% dei consensi con buone possibilità di conquistare il governo della Regione Campania alle prossime regionali previste per la tarda primavera 2020 ed il governo di tanti comuni chiamati al voto amministrativo.
In Campania, come nelle altre regioni, soprattutto al Centro ed al Sud, sono tanti gli amministratori locali, consiglieri comunali, consiglieri provinciali, regionali, signori delle tessere, pronti a salire sul Carroccio vincente.
Nel comprensorio stabiese, i soliti informati di notizie di politica locale cominciano a fare il toto nomi, individuando i tanti aspiranti dirigenti politici, di partiti di centro, destra, sinistra, pronti a passare nelle file della Lega.
Due sono i nomi più gettonati: Tina Alfano, consigliere comunale eletta nelle file di una lista civica di area centro sinistra e Carlo Longobardi, ex sindaco di Santa Maria La Carità che alle scorse regionali è stato grande elettore, con scarsi risultati, della candidata Alessandra Mussolini.
A denunciare l'ingresso nelle file della Lega nel comprensorio stabiese è Giovanni Tito, che in un suo post, pubblicato su Facebook dichiara : 


Ancora una volta vogliono estromettere il sottoscritto da una organizzazione territoriale del partito con insoliti mezzi e mezzucci da partito della prima repubblica. Ma a quanto pare hanno ancora fatto i conti senza l'oste. E più di un anno che io fondatore a Castellammare di Stabia del movimento civico Noi con Salvini e poi Lega Salvini mi sono trovato ad imbattermi contro mercenari e pseudo politici che volevano e vogliono salire sul carro dei vincitori quando ormai il letto è già stato preparato. È comodo adesso sentirsi Salviniani quando il peggio è passato. Adesso, quando il.mare è calmo ogni s..... è marinaio. Un avviso importante ai naviganti: Dovete passare sul mio cadavere per accreditarvi ed arrogarvi quello che non siete e non sarete mai. Nessuno potrà togliermi la primogenitira. La Lega è un credo non una opportunità.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3