Gianni Alemanno e il compito dei sovranisti: liberare il sovranismo dalle demonizzazioni - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

mercoledì 27 novembre 2019

Gianni Alemanno e il compito dei sovranisti: liberare il sovranismo dalle demonizzazioni

"Dobbiamo liberare il sovranismo dalle demonizzazioni che oggi vengono fatte contro questo nuovo venuto nella scena politica europea. Il sovranismo non si
identifica, anzi si contrappone, al vecchio nazionalismo e non ha nulla a che fare con il razzismo e la xenofobia, perchè rivendica la sovranità  nazionale e popolare per ogni popolo, senza imperialismi e sopraffazioni".
Parole chiare, dirette, che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna, quelle pronunciate da Gianni Alemanno presentando il libro, da lui curato, Sovranismo, le radici e il progetto.
"L’identità, precisa  Alemanno,è  un valore universale, un diritto di ogni persona e di ogni popolo che oggi viene messo in discussione innanzitutto dall’economia finanziaria e dall'impoverimento collettivo. Chi oggi attacca i diritti delle
persone e dei popoli? Il sovranismo, ha chiesto Alemanno, o i comportamenti predatori delle multinazionali come ArcelorMittal, o la Commissione europea che vuole imporre all’Italia una riforma del MES cosa vessatoria da far ribellare persino Visco e Patuelli?",
 "Anche i migranti - ha precisato l'ex sindaco di Roma, non possono essere usati come degli "scudi umani" per imporre la cancellazione dei confini e dei diritti di cittadinanza. Per lottare contro le demonizzazioni è  necessario un grande
impegno culturale da parte dei movimenti sovranisti, non solo per creare consenso ma anche per evitare contrapposizioni laceranti all'interno della comunità  nazionale. E soprattutto per prepararsi a governare, senza demagogia e senza avventure, una situazione difficilissima come quella italiana. 
Il libro, con la prefazione del prof. Marco Gervasoni, raccoglie 38 relazioni di 47 autori tra cui il filosofo Diego Fusaro, gli scrittori Pietrangelo Buttafuoco e Alessandro Meluzzi, il Presidente dell’Eurispes Gian Maria Fara, l’ex ministro Mario Landolfi, Roberto Menia e Marco Cerreto, rispettivamente presidente e segretario del Movimento Nazionale per la Sovranità 

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3