Regione Lazio, Massimiliano Maselli aderisce a Fratelli d'Italia. - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

domenica 3 novembre 2019

Regione Lazio, Massimiliano Maselli aderisce a Fratelli d'Italia.

Con Maselli Fratelli d'Italia diventa il gruppo consiliare più importante del centrodestra.


ROMA - Fratelli d'Italia nel Lazio, così come a livello nazionale, non cresce solo nei sondaggi, ma anche in termini di adesioni importanti: dirigenti politici, eletti, rappresentanti della società civile e del mondo produttivo.

E' notizia di questi giorni l'adesione del capogruppo in Regione Lazio di Noi per l'Italia, Massimiliano Maselli, al gruppo consiliare di Fratelli d'Italia. Maselli, già consigliere regionale del PDL e unico eletto nella lista di Noi per l'Italia alle passate elezioni, dal 1° novembre è ufficialmente un tesserato ed un consigliere regionale di Fratelli d'Italia. L'annuncio ufficiale verrà dato nei prossimi giorni da Giorgia Meloni in persona con una conferenza stampa alla Camera dei Deputati, così come sono solito fare dal partito per i grandi eventi ed i  proclami politici importanti

In realtà, il consigliere regionale si era avvicinato da tempo a Fratelli d'Italia, in quanto esponente laziale dei "Conservatori" di Raffaele Fitto, federati nel 2018 con il partito di Giorgia Meloni che, proprio in questi giorni, stanno perfezionando l'intesa con l'adesione degli eletti e dei quadri dirigenti su tutto il territorio nazionale. A dicembre, con ogni probabilità, verrà presentata a Roma, con una grande manifestazione, la nascita della componente liberal popolare di Fratelli d'Italia. Nel Lazio, la componente dovrebbe essere capitanata dal liberale Alfredo Antoniozzi e dal cristianodemocratico Luciano Ciocchetti.

Con l'adesione di Massimiano Maselli, il gruppo di Fratelli d’Italia, nel Consiglio regionale del Lazio, diventa di quattro consiglieri ed il più grande del centrodestra. Fattore sicuramente rilevante per la rideterminazione degli equilibri della coalizione, anche in vista della prossima campagna elettorale che dovrebbe essere fra tre anni e mezzo. Forse anche prima. (a.c.)   

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3