I presagi di Limonov per il dopo Putin: Peskov ben quotato - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

giovedì 5 dicembre 2019

I presagi di Limonov per il dopo Putin: Peskov ben quotato


"Putin è un’autorità e ci stiamo preoccupando della sua successione e di come avverrà. Una persona molto influente, il signor Valentin Iumachev, che è il marito della figlia di Eltsin, dice che Putin non si ripresenterà alle elezioni. Ma non so chi sarà il suo successore. Alcuni dicono che potrebbe essere Medvedev, che è già stato presidente. Io seguo con interesse Peskov, che era un addetto stampa di Putin e adesso viene definito come un politico a livello statale". Lo ha detto lo scrittore russo Eduard Limonov durante la presentazione del suo libro ’Il boia’ aMilano,rispondendo a chi gli chiedeva quale pensa che sarà il successore di Vladimir Putin.
"Non c’è giorno che Peskov non prenda posizione sia su temi di politica interna che estera in modo tranquillo e chiaro - ha spiegato Limonov, riferendosi al portavoce del Cremlino.Penso che Putin lo veda come un aiuto, che gli tolga un po’ il peso del suo lavoro. Ritengo inoltre che Peskov sia una persona di fiducia di Putin perché quando il governo prende delle misure, ad esempio per disastri naturali, è Peskov che va e parla e sulla base di questo penso sia ben quotato" come successore di Putin. Tuttavia, fa notare ancora lo scrittore, "non capisco questa ossessione per Putin, come se tutta la politica in Russia fosse Putin".
"In Russia precisa Limonov, ci sono 30 centri che esercitano il potere. Putin è in qualche modo un frontman, che li rappresenta e sul palco dice sempre la solita solfa in modo monotono. Ma non c’è solo Putin. In realtà molti funzionari e persone di potere tendono ad andare verso Putin perché è stato eletto ed è legittimato nella sua posizione".

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3