Regionali Calabria 2020, la Fiamma Tricolore non presenterà le liste - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

venerdì 27 dicembre 2019

Regionali Calabria 2020, la Fiamma Tricolore non presenterà le liste

Dopo Forza Nuova, anche Fiamma Tricolore non sarà presente alle prossime elezioni regionali della Calabria previste per domenica 26 gennaio. Lo ha comunicato ad iscritti e dirigenti Francesco De Leo, segretario regionale del movimento politico guidato da Attilio Carelli.
Una legge elettorale che va oltre la vergogna e pone uno sbarramento al 15% per chi decida di correre da solo, precisa De Leo, impedisce di fatto la partecipazione democratica alle elezioni regionali calabresi non solo della Fiamma ma di tutti quei partiti che decidano di non scendere a compromessi con l’attuale classe dirigente. Con tale sbarramento, nessun partito, grande o piccolo che sia, ha la possibilità di viaggiare da solo ed è pertanto costretto ad imbarcarsi in coalizioni di dubbia composizione. Nel corso dell’ultimo mese la Fiamma Tricolore, che spesso in passato ha fatto parte del cosiddetto centro-destra, è stata un valido interlocutore della coalizione a cui avevamo tra l’altro lanciato il suggerimento di candidare Wanda Ferro alla presidenza della regione. Un candidato competente che avrebbe trovato il nostro favore e, siamo certi, anche quello dei calabresi.
Proprio il suo partito però, Fratelli d’Italia, tra un arresto e l’altro, ha deciso di sacrificare e barattare la Calabria per puntare alla candidatura di Fitto in Puglia. Non di meno la Lega che ha mostrato per la nostra regione il massimo disinteresse e disprezzo ponendo veti continui ed ostacoli agli alleati tanto che si è arrivati a designare un candidato alla presidenza appena una settimana prima della presentazione delle liste. Pensavamo che il segnale lanciato fosse dunque quello di un rinnovamento della classe dirigente: ci sbagliavamo. Chi poneva i veti ha infatti dimostrato che il nome di Occhiuto non era gradito non per salvaguardare il bene dei calabresi come dichiarato, bensì per lotte personali ed è poi finito ad imbarcare sepolcri imbiancati con i quali la Fiamma Tricolore non vuole avere nulla a che spartire.
Ringraziamo pertanto i nostri interlocutori di Fratelli d’Italia e Forza Italia ma a loro diciamo chiaramente che il nostro Movimento Sociale non può riconoscersi in uno schieramento, quello di centro destra, che senza programma alcuno, candida personaggi di dubbia moralità molti dei quali appartenenti, e quindi complici, a quella maggioranza di Oliverio che ha gettato la nostra regione sempre più nel baratro ed è assurta alle cronache più per motivi giudiziari che per quanto fatto in questi cinque anni.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3