Regionali Calabria, Dominici, ma quali sovranisti. La lista di Fratelli d'Italia è zeppa di ex Pd - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

domenica 29 dicembre 2019

Regionali Calabria, Dominici, ma quali sovranisti. La lista di Fratelli d'Italia è zeppa di ex Pd


La presenza nella lista di Fratelli d'Italia nel collegio elettorale di Reggio Calabria di alcuni esponenti della sinistra come quella di Giuseppe Neri, consigliere uscente, ex Democratici Progressisti, di Domenico Creazzo, proveniente dal Partito Democratico, Demetrio Marino, consigliere comunale e metropolitano già delegato di Falcomatà, sindaco del Partito Democratico di Reggio Calabria dal 2014 al 2017 non poteva non procurare malumori e soliti "mal di pancia" da parte di militanti ed elettori di Fratelli d'Italia.
Il primo a definire con l'appellativo vergognosa lista di Fratelli d'Italia per il collegio elettorale di Reggio Calabria è Rocco Dominici, storico esponente della destra reggina, con 45 anni di intensa attività politica, nel Fronte della Gioventù, nel Movimento Sociale Italiano, in Alleanza Nazionale, nella Destra di Storace, nel Movimento Nazionale per la sovranità di Gianni Alemanno, responsabile del Circolo culturale Pino Rauti che dichiara: “come persona che ha fatto politica, nel suo piccolo, persona di Destra che in 45 anni di attività politica facendo tutta la trafila dal Fronte della Gioventù, al MSI ad Alleanza Nazionale, alla Destra di Storace, ad Azione Nazionale e poi con il Movimento Nazionale per la Sovranità con Gianni Alemanno, Presidente del circolo cittadino e Dirigente Nazionale del Movimento Nazionale per la Sovranità, resto basito nel leggere la formazione della lista di Fratelli d’Italia per la competizione elettorale per la regione Calabria, semplicemente vergognosa”. A dirlo è Rocco Dominici, presidente del Circolo “Pino Rauti”, che prosegue:
“Dopo il 7 dicembre scorso dove si è sancito il passaggio in blocco del nostro Movimento in Fratelli d’Italia, pensavo che almeno qualcuno del nostro movimento, facesse parte di questa lista, anche io avevo dato la disponibilità alla candidatura, ma niente di niente, non vi sono tracce di Sovranisti, anzi sembra una formazione del PD. Di personaggi che ancora sono in carica come consiglieri regionali o consiglieri metropolitani di sinistra o vicini alla sinistra, l’unico che riconosco di destra è il sindaco di Varapodio, Orlando Fazzolari.
Ma Giorgia Meloni è al corrente o incosciente dell’operato fatto dai suoi coordinatori regionali, gli uomini e le donne di destra non esistono in questa lista, è stato un vero scempio, una cosa inaudita, i valori di destra che dovrebbero essere presenti nei componenti della lista di FdI, dove sono? Chi li rappresenta? Forse da Giuseppe Neri, uscente dei ‘Democratici Progressisti, da Creazzo, da Marino o da Sainato? Non credo, essendo persone che provengono dal mondo della sinistra.
Rimango ancora allibito e quindi se questa è la Destra che mi dovrebbe rappresentare, allora io non sono di destra.
Dominici rivolge un appello a Giorgia Meloni: “che chieda conto a chi irresponsabilmente ha stilato la lista per questa tornata elettorale, anche perchè se dovesse vincere il centrodestra, ci ritroveremo dentro chi ha perso con la sinistra a rimanere a galla nel centrodestra. Bravi loro che si sono riusciti a trovare posto in un’altra casa senza aver fatto un curriculum di destra e incoscienti chi li ha candidati. Pertanto mi ritengo un uomo libero e non avendo nella lista punti di riferimento di destra e il mio consenso sarà scevro di vincoli”.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3