Rionero in Vulture: dopo le parole di Bossi e l'esultanza del commissario Luini i giovani leghisti chiudono la sede - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

domenica 29 dicembre 2019

Rionero in Vulture: dopo le parole di Bossi e l'esultanza del commissario Luini i giovani leghisti chiudono la sede

"Prendiamo energicamente le distanze dalle frasi pronunciate dal Senatore Umberto Bossi e dall'atteggiamento del commissario Marzio Liuni, che risultano essere personali e marginali e sicuramente in contrasto con il rispetto, l’attenzione e la vicinanza, che Matteo Salvini e la Lega hanno dimostrato nei confronti delle regioni e del popolo del Sud Italia”. 
Parole chiare, dirette, che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna, quelle pronunciate dai militanti della Lega Giovani di Rionero in Vulture, in provincia di Potenza.
“Francamente esprimiamo la nostra preoccupazione per questo genere di esternazioni, già avvenute anche in passato dal commissario della Lega in Basilicata, on. Marzio Liuni, il quale avrebbe dichiarato ai militanti della Lega giovani: “Mi avete rotto i coglioni, io vi piscio in faccia a tutti quanti” proprio nei confronti di quel popolo lucano che lui dovrebbe, invece, difendere e rappresentare. Per questi motivi chiediamo al nostro Matteo Salvini un gesto concreto e a tutela del popolo meridionale con la rimozione immediata del commissario Liuni.
Annunciamo quindi, di conseguenza, la chiusura della sede della Lega nella città di Rionero in Vulture come richiesto proprio da Liuni, sede inaugurata un anno fa con tanto entusiasmo da un esponente leghista del nord Fabio Rolfi. Non capivamo le ragioni che hanno spinto il Liuni a chiudere prima la sede di Melfi ed ora quella di Rionero. Adesso, dopo le ultime affermazioni di Bossi e del suo comportamento contro il popolo Lucano, tutto è più chiaro. Nella Lega ci sono vecchie logiche che ancora vogliono imporsi su di chi vuole, invece, un governo del cambiamento che Salvini tanto acclama. Apprezziamo le parole del vice Seg. Crippa ma non bastano più. Ci aspettiamo da Salvini fatti e non parole, proprio come lui professa.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3