Roma, rom occupano la casa di un ricoverato in ospedale per ischemia.La denuncia di Rachele Mussolini - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

martedì 17 dicembre 2019

Roma, rom occupano la casa di un ricoverato in ospedale per ischemia.La denuncia di Rachele Mussolini

"Basta un'assenza momentanea dei legittimi assegnatari e i rom occupano case assegnate regolarmente a cittadini italiani, per i quali, a questo punto, inizia un incubo senza fine.
Copione e finale sono quelli già visti in tante altre occasioni: chi ne aveva diritto non riesce a riprendere possesso del proprio alloggio, sgomberato da mobili, suppellettili e ricordi di famiglia, fatti a pezzi e gettati in strada senza pietà".
Parole chiare dirette che non lasciano dubbi ad interpretazione alcuna quelle pronunciate da Rachele Mussolini consigliere comunale eletto nella lista civica Con Giorgia ed esponente di primo piano di Fratelli d'Italia che precisa: intanto i nuovi arrivati, entrati nell'immobile pur non avendone diritto, non lo abbandonano più, beffandosi della legge attraverso una serie di stratagemmi, primo tra tutto quello di servirsi di minori branditi come scudi e portati in scena ad ogni tentativo di intervento da parte della forza pubblica.
Ad aggiungersi all'interminabile lista delle vittime della nostra città, da qualche settimana a questa parte, anche Andrea, che, ricoverato in ospedale a seguito di un'ischemia, una volta terminate le cure, non saprà dove andare a vivere. Perché mentre la Raggi e Zingaretti pensano a come assegnare le case a immigrati e rom, questi se ne fregano di loro e delle leggi.
Come FDI, precisa Rachele Mussolini nei prossimi giorni, protesteremo di fronte alla palazzina di Spinaceto in cui si trova l'abitazione di questa persona e dimostreremo tutto il nostro dissenso per quanto sta accadendo anche a quest'anziano, facendo sentire la nostra presenza a lui e alle altre vittime di questa ingiustizia. Per  ripristinare lo status quo e consentire ad Andrea di riprendere possesso della sua abitazione metteremo in campo tutte le iniziative legittime a cominciare dal sequestro preventivo dell’alloggio. Quello che è accaduto a questa persona e a tante altre come lui non è tollerabile. Non in un paese civile».



Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3