Ronghi(Fdi): se non c'è un Maradona, per il centro destra occorrono le primarie - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

martedì 3 dicembre 2019

Ronghi(Fdi): se non c'è un Maradona, per il centro destra occorrono le primarie

"Se c'è un Maradona allora ben venga, ma se siamo tutti Insigne allora fateci fare le primarie perché possiamo giocare meglio e dopo si ricompatta la squadra"
In assenza di un Maradona, e con un Insigne lontano parente di quello ammirato nelle scorse stagioni, Salvatore Ronghi, fondatore di Sud Protagonista ed aspirante candidato alle prossime elezioni regionali nelle file dei conservatori e sovranisti di Fratelli d'Italia rilancia l'idea forza delle primarie per la scelta del candidato presidente della Regione Campania per la variegata coalizione di centro destra.
Secondo Ronghi per l'individuazione del candidato presidente "bisogna cambiare il metodo. Io sono per la partecipazione,  e ciò significa mettere in campo il meglio e far partecipare la gente".
Rispetto alla possibilità che il candidato presidente possa essere, per la terza volta, l'ex governatore Stefano Caldoro, Ronghi ha affermato: "non discuto il nome. Io discuto il metodo perché certe cose non le dobbiamo apprendere dalla stampa, la politica non funziona così". 
In vista delle elezioni regionali della primavera 2020, Ronghi ha evidenziato che "dobbiamo convincere quel 60 per cento di napoletani che non vanno a votare. Serve una scossa e serve partecipazione. Siamo in un momento delicato in cui sta prevalendo il mondo degli animali, dai grilli alle sardine ai gatti. Bisogna riportare la politica al centro, conclude Roghi e per farlo bisogna mettere in campo dei veri combattenti. Bisogna fare capire alla gente che la politica c'è e può fare. Le risposte vanno date subito".

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3