Vercelli: bollettino parrocchiale accosta Salvini a Mussolini, insorge la Lega - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

martedì 24 dicembre 2019

Vercelli: bollettino parrocchiale accosta Salvini a Mussolini, insorge la Lega

Il bollettino di fine anno della parrocchia di Santa Maria Maddalena di Vercelli, distribuito ai fedeli in occasione delle feste di Natale, non poteva non generare discussioni e polemiche politiche all'interno del centro destra, lega in primis.
Nel bollettino sono tracciati i principali fatti accaduti in Italia e nel mondo nel 2019: dalle vicende americane che vedono coinvolto il presidente Trump alla crisi dell'Ilva di Taranto, passando anche per le tensioni politiche conseguenti alla caduta del governo giallorosso nel caldo mese di agosto.
“Salvini, è scritto nel bollettino, ha tentato il colpo sfiduciando il premier Conte, e ora, dall'opposizione, ripromette di rifarsi con le prossime votazioni. Io mi auguro che si possa contare sull'intelligenza e il buon senso degli italiani” recita il testo.
Don Massimo e il diacono Rocco, i firmatari del discusso bollettino parrocchiale, hanno accusato Salvini di aver rotto l’alleanza con Di Maio e i Cinque stelle”. Così facendo Salvini si è dato la zappa sui piedi. Aveva detto datemi pieni poteri, ricordandoci un’altra figura del nostro passato italiano che i pieni poteri se li era presi con gli stessi atteggiamenti populistici e di salvatore della patria. Ma quanti lutti, quanta sofferenza e quanta vergogna l’Italia avrebbe dovuto vivere”.
Un messaggio che ha sollevato le polemiche del deputato leghista, e sindaco di Borgosesia, Paolo Tiramani: “Da cattolico nutro molta fede e molto rispetto. Tuttavia non capisco alcuni preti che utilizzano ogni mezzo per fare dell’assurda politica”.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3