Nasce "Il Guastatore" nuovo bimestrale sovranista - Il Sovranista

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

martedì 28 gennaio 2020

Nasce "Il Guastatore" nuovo bimestrale sovranista

Sovranisti, sociali, identitari, conservatori: i mille volti della destta del XXI secolo. Questo è  il titolo della copertina del primo numero de Il Guastatore, bimestrale di cultura politica sovranista diretta dal collega Clemente Ultimo ed edita da Edizioni Reazione, giovane realtà editoriale salernitana.
Offrire occasioni di approfondimento e di confronto libero sui temi d’attualità e, soprattutto, sulle idee in grado di fungere da “mattoni” su cui costruire una visione di lunga prospettiva, precisa il direttore Clemente Ultimo, rappresenta l'ambizione con cui nasce il Guastatore.
Forte di una sua precisa identità, precisa Ultimo, Il Guastatore si propone come arena di dialogo, senza pretesa alcuna di essere depositario di verità, ma con l’onestà intellettuale di essere apertamente schierato e, proprio per questo, libero di aprire i propri spazi di confronto a contributi e spunti di riflessione meritevoli d’interesse, da qualsiasi parte provengano. Nella convinzione che solo il confronto fondato su solide basi culturali e non condizionato dai dogmi del politicamente corretto possa favorire la crescita dell’individuo e della comunità in cui vive ed opera.
È evidente, precisa Ultimo, come l’interlocutore principale sia la variegata area del destra-centro, nelle sue diverse espressioni, in special modo in un momento in cui si mostra in tutta evidenza la grave e strutturale carenza di elaborazione politica e culturale che caratterizza – in tempi di politica “liquida” - molti degli uomini e delle donne che rappresentano questo schieramento politico. Una carenza che rischia di perpetuare non solo un a vecchia sudditanza psicologica nei confronti della cultura di sinistra, quanto di riproporre il modello di una destra che vince, ma non governa.
Il Guastatore, infine, si propone di essere fin dal primo numero un “laboratorio generazionale”, ovvero un luogo in cui firme più e meno giovani lavorano fianco a fianco, in un processo di costante confronto e reciproco arricchimento.

P.s al direttore Clemente Ultimo, ai colleghi della redazione,  formulo i migliori auguri per questa nuova avventura editoriale che sa davvero di difficile sfida: riempire di contenuti  l'area politica culturale che su richiama al sovranismo.


Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3